Tech | Articoli

La consulenza legale negli Usa è gratis e la fa un robot

24 luglio 2017 | Autore:


> Tech Pubblicato il 24 luglio 2017



Si chiama DoNotPay ed è un chatbot che consente di ricevere assistenza legale gratuita negli Stati Uniti direttamente su Internet.

Ad idearlo è stato Joshua Browder della Stanford University, ed è, come lui lo definisce, il primo avvocato robot in grado di fornire assistenza legale gratuita attraverso Internet. DoNotPay utilizza l’intelligenza artificiale per comprendere le necessità dell’utente e fornire il relativo supporto.

Inizialmente DoNotPay era stato sviluppato per fornire assistenza su come contestare le multe relative ai parcheggi. Sono stati circa 375mila le dispute risolte con un risparmio di ben 9,3milioni di dollari per gli utenti. Il passo successivo per Browder è stato quello di aggiungere nuovi bot in modo da fornire assistenza legale anche in altri contesti più complessi come divorzi, matrimoni e fallimenti.

Browder ha lavorato a stretto contatto con veri avvocati in modo che il chatbot fosse in grado di fornire risposte localizzate e basate sulla legislazione dello Stato in cui l’utente invia la richiesta. Quando si accede a DoNotPay andando sul sito https://donotpay-search-master.herokuapp.com/, il chatbot è in grado quindi di rilevare la posizione da cui si sta immettendo la richiesta in modo da fornire la consulenza secondo la legislazione locale.

Una volta inserita il problema utilizzando un linguaggio naturare come si fa con un qualsiasi motore di ricerca, DoNotPay reindirizza l’utente verso il relativo assistente virtuale che fornirà la soluzione. Si tratta di un progetto che ha attirato su di sé moltissimo interesse.

Da un lato ci sono aziende come Ibm pronte a offrire gratuitamente la propria tecnologia Watson in modo che gli utenti siano in grado porre i problemi legali in un linguaggio naturale. Dall’altro ci sono le associazioni legali che vedono in DoNotPay una minaccia per lo loro attività.

Browder vorrebbe monetizzare in futuro il suo servizio, ma teme la ritorsione sia del Governo che degli avvocati. Per ora comunque DoNotPay è circoscritto ai soli Stati Uniti, ma in futuro non è detto che qualcosa di simile non arrivi anche in Italia.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI