HOME Articoli

Lo sai che? Affitto passaggio pedonale: devo dare la chiave ai vicini interclusi?

Lo sai che? Pubblicato il 26 luglio 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 26 luglio 2017

Ho affittato un terreno che ha un passaggio pedonale sempre aperto: il proprietario pretende la chiave, altri affittuari interclusi che hanno una servitù anche. Devo dargliela?

Il lettore deve fornire obbligatoriamente le chiavi. Laddove esiste una servitù di passaggio e intenda circoscrivere la proprietà con un cancello o altro mezzo di delimitazione, è obbligato a fornire la chiave ai proprietari dei fondi vicini interclusi, così definiti proprio perché non hanno accesso alla loro proprietà se non attraversando quella altrui. Non sembra essere sufficiente la sua disponibilità all’apertura sia di notte che di giorno, poiché coloro i quali intendono accedere dovrebbero sempre preoccuparsi di rintracciarla ed attendere il suo intervento. Detta circostanza non sembra conciliabile con il principio della piena disponibilità della proprietà privata, che verrebbe così limitato dal suo necessario intervento.

Per di più, come riferito, questo passaggio pedonale garantirebbe l’accesso al mare. Quest’ultima circostanza è ancor più problematica di quella precedente. Invero, l’ordinamento preclude a chiunque di limitare e/o impedire l’utilizzo pubblico del demanio sicchè, nel caso in cui il passaggio attraverso la proprietà del lettore sia necessario per accedere al litorale, lui non potrebbe delimitarlo, e ciò non solo nei confronti dei proprietari vicini ma addirittura dell’intera collettività. Insomma il passaggio dovrebbe restare sempre aperto e fruibili per tutti. Quanto detto è confermato dalla giurisprudenza intervenuta sul punto, la quale ha spiegato che, in tema di demanio marittimo, il reato di occupazione abusiva di area demaniale è alternativamente integrato dalla condotta di arbitraria occupazione del demanio marittimo, dall’esecuzione di innovazioni non autorizzate ovvero, ancora, dall’esercizio di attività che impediscano l’uso pubblico del demanio. Tale ultima condotta può anche riguardare la realizzazione di opere su un fondo privato (come una recinzione e un cancello) le quali impediscano l’esercizio di una servitù di passaggio pubblico per l’accesso al mare e cioè usufruire del bene demaniale secondo la destinazione che gli è propria [1].

Si consiglia, dunque, di non entrare in conflitto con i vicini e/o il proprietario dell’immobile, poiché godrebbero del favore dell’ordinamento non soltanto nell’avere copia delle chiavi ma finanche nella richiesta di lasciare perennemente il passaggio aperto.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Alessandro Dini

note

[1] Cass. sent. n. 15268 del 16.02.2001.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI