Diritto e Fisco | Articoli

Si può delegare un dirigente alla firma?

5 agosto 2017


Si può delegare un dirigente alla firma?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 5 agosto 2017



L’Agenzia delle Entrate ha rilasciato delega al dirigente che ha sottoscritto avviso di accertamento. L’Agenzia ha depositato memorie illustrative. Ritengo che non sia legale. Ho ragione?

Può sostenersi la tesi dell’illegittimità della delega, come paventato dal lettore. La legge [1] attiene alla delega di funzioni, e non anche alla delega di firma. I due istituti si differenziano poiché soltanto con la delega di funzioni si ha un passaggio delle competenze dell’ufficio, cosa che non avviene con la semplice delega di firma. Orbene, nel caso di specie l’Agenzia delle Entrate ha prodotto documentazione attestante una delega di firma, che pertanto non avrebbe necessità di presentare tutti i requisiti richiesti dalla normativa richiamata. Tuttavia, si segnala l’orientamento giurisprudenziale proposto dalla Commissione Tributaria Provinciale di Benevento [2], secondo cui per gli avvisi di accertamento occorre sempre la delega di funzioni, non rilevando la qualifica che l’Agenzia attribuisce al proprio atto. Seguendo questa impostazione, ampiamente condivisibile, la delega deve essere motivata relativamente alle esigenze di servizio e soprattutto a tempo determinato.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Alessandro Dini

note

[1] Art. 17, co. 1 bis d. lgs. n. 165 del 30.03.2001, introdotto dalla l. n. 145 del 15.07.2002.

[2] Ctr Benevento sent. n. 231/07/14 del 23.06.2014.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI