Diritto e Fisco | Articoli

Sospensione feriale processo tributario, atti fiscali e cartelle

2 Agosto 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 2 Agosto 2017



La “pausa estiva” con sospensione dei termini dal 1 al 31 agosto si applica anche alle cartelle esattoriali e ai termini di pagamento dei tributi? Quali sono i termini sospesi nel processo tributario?

Per effetto della sospensione feriale, i giorni dal 1 al 31 agosto vengono sostanzialmente “cancellati” dal calendario delle Commissioni Tributarie. Ciò implica non soltanto che durante tale periodo non saranno fissate udienze ma anche e soprattutto che, nel calcolo di alcuni termini processuali (stabiliti dalla legge per esempio per instaurare una causa, impugnare un atto, depositare documenti), dovranno essere esclusi i 31 giorni di agosto.

In ambito tributario, la sospensione feriale può riguardare anche gli istituti deflativi del contenzioso (mediazione, accertamento con adesione, definzione agevolata sanzioni ecc.) ma non gli atti amministrativi antecedenti.

Sospensione feriale processo tributario

La sospensione feriale si applica anche al processo tributario e in particolare a termini previsti dalla legge per:

ricorsi: il ricorso in Commissione tributaria deve essere notificato entro 60 giorni dalla notifica dell’atto che si intende impugnare (avviso di accertamento, avviso di liquidazione, cartella esattoriale ecc.): se il termine scade o inizia a decorrere durante la pausa estiva, esso riprende dal 1° settembre.

La sospensione feriale si applica anche al ricorso – reclamo: più precisamente è soggetto a sospensione sia il termine di 60 giorni per la notifica del ricorso, sia quello di 90 giorni entro il quale può essere stipulata una mediazione tra contribuente e Fisco, nonché al successivo termine di 30 giorni previsto pe la costituzione in giudizio.

appelli: sono soggetti a sospensione sia il termine breve che quello lungo previsti per la formazione del giudicato delle sentenze tributarie (rispettivamente, 60 giorni dalla notifica della sentenza o sei mesi dalla data di pubblicazione della sentenza);

costituzione in giudizio del contribuente/appellante;

– costituzione in giudizio del resistente/appellato;

– deposito dei documenti, delle memorie illustrative e delle memorie di replica;

riassunzione del processo interrotto o sospeso, o a seguito di sentenza di incompetenza o di rinvio della Cassazione;

reclamo avverso i decreti presidenziali;

integrazione del contraddittorio.

Non sono soggette a sospensione feriale le fasi amministrative che precedono il processo tributario (per esempio istanza di rimborso delle imposte versate in eccesso).

Come si calcolano i termini soggetti a sospensione feriale

Vediamo nel dettaglio come opera la sospensione:

– se il termine processuale inizia prima del periodo feriale si conteranno i giorni fino al 31 luglio, non si conteranno i 30 giorni feriali e si ricomincerà a contare dal 1 settembre: per esempio se in data 20 luglio il giudice fissa il termine di 30 giorni per deposito di note, detto termine non scadrà il 19 agosto bensì il 19 settembre;

– se il termine processuale inizia nel corso del periodo feriale, tutti i giorni si conteranno a partire dal 1 settembre; per esempio se si vuole impugnare una cartella esattoriale relativa ad una multa notificata il 2 agosto, i trenta giorni entro cui presentare ricorso si calcoleranno a partire dal 1 settembre.

Sospensione feriale accertamento con adesione

In caso di presentazione di istanza di accertamento con adesione, il termine per ricorrere avverso un atto fiscale è sospeso per 90 giorni. L’istanza deve essere presentata prima del decorso del termine per impugnare.

I termini di sospensione relativi alla procedura di accertamento con adesione si intendono cumulabili con il periodo di sospensione feriale dell’attività giurisdizionale.

Sospensione feriale acquiescenza e definizione agevolata sanzioni

Il periodo di sospensione feriale si applica anche all’istituto dell’acquiescenza (in base al quale le sanzioni sono ridotte a un terzo se il contribuente rinuncia ad impugnare l’avviso di accertamento o di liquidazione e a formulare istanza di accertamento con adesione, provvedendo a pagare, entro il termine per la proposizione del ricorso, le somme complessivamente dovute).

Analogamente sono sospesi i termini per la definizione agevolata delle sanzioni (articoli 16 e 17, D.Lgs. n. 472/1997).

 Sospensione feriale pagamento tributi

I termini previsti dagli atti impositivi fiscali per il pagamento degli importi dovuti non sono soggetti a sospensione feriale.

Sospensione feriale accertamenti esecutivi Irpef, Iva e Irap

Per legge, gli importi intimati con gli accertamenti esecutivi su imposte sui redditi, IVA e IRAP, per la totalità o per un terzo, a seconda che il contribuente intenda o meno notificare il ricorso, devono essere versati entro il termine per il ricorso stesso (60 giorni). Tale termine è soggetto a sospensione feriale.

Sospensione feriale accertamenti imposte d’atto

Negli accertamenti sulle imposte d’atto (imposta di registro, successioni, donazioni ecc.), le somme dovute, devono essere versate le somme, per l’intero o per un terzo (a seconda che il contribuente intenda o meno notificare il ricorso) entro 60 giorni dalla notifica dell’atto. Tale termine non è soggetto a sospensione feriale.

Sospensione feriale avvisi bonari (liquidazioni automatiche e controlli formali)

 Nelle procedure di liquidazione automatica e di controllo formale delle dichiarazioni, il Fisco notifica al contribuente un avviso bonario di pagamento, a seguito del quale quest’ultimo può versare gli importi, fruendo della riduzione delle sanzioni a un terzo o a due terzi, evitando così la formazione del ruolo e la notifica della cartella di pagamento.

Il pagamento deve avvenire entro 30 giorni dalla notifica dell’avviso bonario. Tale termine non è soggetto a sospensione feriale.

 

Sospensione feriale cartelle di pagamento e atti di riscossione

I termini per il pagamento delle somme intimate nelle cartelle esattoriali, intimazioni di pagamento, preavvisi di ipoteca o fermo amministrativo non sono soggetti a sospensione feriale.

La sospensione si applica però ai termini per l’impugnazione, sia in caso di crediti tributari sia in caso di sanzioni amministrative o contributi previdenziali.



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI