Business | Articoli

Trasmissione dati tessera sanitaria: sanzioni salate

3 Febbraio 2017
Trasmissione dati tessera sanitaria: sanzioni salate

Se si salta la data di proroga le sanzioni per la mancata trasmissione sono salate. I dettagli. 

Qualora la trasmissione delle spese sanitarie al sistema nazionale avvenga con ritardo anche rispetto alla proroga concessa negli scorsi giorni, il rischio di sanzione è alto.

L’obbligo di comunicare i dati delle spese sanitarie è stato previsto per permettere all’Agenzia delle Entrate di elaborare le dichiarazioni dei redditi precompilate.

Ecco le nuove scadenze e i costi delle dimenticanze.

Le nuove scadenze per la trasmissione spese sanitarie

La precedente scadenza del 31 gennaio 2017 è stata prorogata al 9 febbraio 2017.

Le sanzioni per chi non trasmette i dati nei tempi non sono leggere:

  • in caso di omessa, tardiva o errata trasmissione telematica dei dati è prevista una sanzione di 100 euro per ogni comunicazione con un massimo di 50mila euro, senza possibilità di avvalersi del cumulo giuridico;
  • se la comunicazione è correttamente trasmessa entro 60 giorni dalla scadenza, la sanzione è ridotta a un terzo, con un massimo di 20mila euro.

Come si può evitare la sanzione

Chi trasmette la comunicazione entro i termini previsti, ma in modo errato, può correggerla entro i 5 giorni successivi alla scadenza senza pagare alcuna sanzione.

Chi è obbligato alla presentazione delle spese?

Per conoscere i soggetti obbligati a presentare le spese relative al sistema tessera sanitaria, ti consigliamo di consultare il nostro articolo Invio spese sanitarie: proroga a febbraio.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube