HOME Articoli

Lo sai che? Abbandoni rifiuti vicino al cassonetto: cosa si rischia?

Lo sai che? Pubblicato il 2 settembre 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 2 settembre 2017

Che succede se lascio la spazzatura accanto al cassonetto? Quali sanzioni sono previste per chi non rispetta le regole sul corretto smaltimento?

Il fenomeno dei sacchetti di immondizia lasciati nei pressi dei cassonetti è, purtroppo, sempre più frequente. Oltre alle evidenti conseguenze ambientali, questi comportamenti compromettono seriamente il lavoro delle amministrazioni comunali e di quanti si adoperano per un corretto (ed ecologico) smaltimento della spazzatura. Se si naviga sul web si scopre che, nei comuni italiani, fioccano le multe. Le amministrazioni, in maniera sempre più frequente, si impegnano seriamente nel fronteggiare gli abbandoni dei rifiuti vicino al cassonetto. Vediamo, dunque, cosa si rischia in questi casi.

Spazzatura fuori dal cassonetto: che succede?

Se lascio la spazzatura fuori dal cassonetto verrò multato dal comune. L’importo della sanzione varia da paese a paese, a seconda di quanto previsto nei regolamenti locali e nelle varie ordinanze sindacali.

Quali sono le sanzioni previste?

Sul punto va sottolineato quanto previsto dal codice dell’ambiente [1]: ai sensi dell’articolo 192, infatti, «l’abbandono e il deposito incontrollati di rifiuti sul suolo e nel suolo sono vietati»; il successivo articolo 255 sancisce poi che «chiunque abbandona o deposita rifiuti ovvero li immette nelle acque superficiali o sotterranee è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da trecento euro a tremila euro. Se l’abbandono riguarda rifiuti pericolosi, la sanzione amministrativa è aumentata fino al doppio».

Si cade nel penale, poi, se ad abbandonare o depositare rifiuti in modo incontrollato sono «titolari di imprese o responsabili di enti»: in questo caso, infatti, tali soggetti rischiano l’arresto, nonché l’irrogazione di un ammenda [2].

Come si può notare, le norme descritte puniscono l’abbandono «incontrollato» di rifiuti. Si pensi a chi lascia spazzatura nelle campagne, per strada e così via. Anche l’abbandono dei rifiuti vicino al cassonetto, quindi, può rientrare a pieno titolo nella normativa appena descritta. Prima del 2010, inoltre, la legge diversificava la sanzione a seconda della quantità e qualità dei rifiuti abbandonati . Con la modifica legislativa [3] la distinzione tra abbandono lieve e abbandono rilevante è scomparsa. La sanzione, dunque, è sempre la stessa e va, come visto, da 300 a 3.000 euro (il doppio in caso di rifiuti pericolosi).

Il fatto di lasciare un sacchetto di immondizia fuori dal cassonetto, poi, viene tendenzialmente interpretato come violazione delle prescrizioni comunali sul corretto conferimento dei rifiuti (tra cui troviamo, ad esempio, le regole sulla raccolta differenziata, sugli orari in cui si può gettare la spazzatura e così via). La normativa, come detto, varia da comune a comune. È quindi necessario consultare i regolamenti e le ordinanze delle singole amministrazioni (disponibili sul web) per avere un quadro delle sanzioni previste.

Quello che è certo, in ogni caso, è che l’abbandono dei rifiuti fuori dal cassonetto comporta una multa, spesso anche salata, per il trasgressore.

Come si individua chi lascia rifiuti fuori dal cassonetto?

Come si è detto, le amministrazioni comunali hanno intensificato, nel corso degli anni, gli interventi tesi a reprimere il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti. Oggi è sempre più difficile che il trasgressore rimanga non identificato. Le modalità per scoprire chi lascia la spazzatura fuori dal cassonetto (e, conseguentemente, irrogare la multa) sono diverse. Si va dal lavoro degli «ispettori ecologici» all’utilizzo (sempre più frequente) di telecamere poste in prossimità dei cassonetti. I trasgressori vengono spesso identificati grazie al contenuto del sacchetto abbandonato. Basta una bolletta, una lettera o un documento contenente le generalità del soggetto e la multa scatta immediata.

note

[1] D.Lgs. n. 152/2006.

[2] Art. 256, D.Lgs. n. 152/2006.

[3] D.Lgs. n 205/2010.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

2 Commenti

  1. se i cassonetti non vengono regolarmente vuotati? quanti amministrattori vanno in carcere? eh! eh!

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI