Diritto e Fisco | Articoli

Assicurazioni rc auto: è vero che torna il tacito rinnovo?

6 Agosto 2017


Assicurazioni rc auto: è vero che torna il tacito rinnovo?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 6 Agosto 2017



Il ripristino del tacito rinnovo nelle assicurazioni per le auto vale solo per le polizze danni diverse dalla rc auto obbligatoria.

Torna la possibilità di rinnovo tacito per le polizze assicurative del ramo danni in scadenza. Ma questo vale anche per l’rc auto? In altri termini, chi ha la normale (e obbligatoria) assicurazione sull’auto per la responsabilità civile da incidenti stradali resta obbligato – come in passato – a rinnovare il contratto alla fine dell’anno oppure può limitarsi a non inviare la disdetta alla propria compagnia? Cerchiamo di capire cosa è cambiato.

La recente e definitiva approvazione del decreto Concorrenza ha creato un equivoco per molti automobilisti: quello sul presunto ripristino del tacito rinnovo nel campo delle assicurazioni auto. In buona sostanza, le nuove norme consentono alle compagnie assicurative di inserire, nei propri contratti per la copertura dai rischi derivanti da incidenti stradali, il meccanismo del rinnovo automatico della polizza se il cliente non invia la formale ed esplicita disdetta. Sappiamo tutti, però, che questa opzione è stata cancellata già da tempo per quanto riguarda il ramo dell’assicurazione obbligatoria da responsabilità civile (cosiddetta rc auto). E difatti, nulla cambia rispetto al passato, per quanto riguarda tale profilo anche dopo l’approvazione del decreto concorrenza. La norma approvata dal Parlamento, che reintroduce il meccanismo del tacito rinnovo delle polizze in scadenza del ramo danni, vale solo per le coperture «non obbligatorie», quelle cioè stipulate dal consumatore in aggiunta (e dietro propria scelta) sulla normale polizza rc auto. Si pensi, ad esempio, all’assicurazione per i danni a cose presenti sul veicolo.

Dunque è vero che è stato ripristinato il tacito rinnovo nelle polizze assicurative del ramo danni e che queste riguardano il settore automobilistico, ma ciò non tocca l’Rc auto, per la quale il tacito rinnovo resta escluso.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

5 Commenti

  1. Supponiamo che oggi io paghi l’rc e altre garanzie alla compagnia A; supponiamo che alla scadenza decida di passare alla compagnia B e pagare solo l’rc… Rischio di trovarmi assicurato con due diverse compagnie (pagando l’rc alla nuova e le altre garanzie – non più volute – alla vecchia!)…? Mi chiedo: qual è il senso?

    1. Il senso è che se non ti ricordi di disdire continuerai a regalare i soldi alle compagnie di assicurazione. Mentre prima ogni anno potevi, anche a polizza scaduta, avere la possibilità di cambiare società (magari più competitiva) e rimodulando le altre opzioni a te più comode o favorevoli. Si accontentano di rubare poco e sempre…..

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI