Diritto e Fisco | Articoli

Il testimone può rifiutarsi di testimoniare?

7 agosto 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 7 agosto 2017



Sono stato citato come testimone in un processo penale. Posso rifiutarmi di testimoniare?

Se non ci si presenta in Tribunale per rendere la propria testimonianza si rischia il pagamento di una sanzione fino a 516 euro e l’accompagnamento coatto, salvo casi eccezionali.

La testimonianza è la dichiarazione resa in Tribunale, davanti ad un Giudice, da parte di chi ha avuto una conoscenza del fatto oggetto del procedimento, diretta – ad esempio, nel caso di incidente stradale, il testimone ha visto personalmente l’incidente – o indiretta – ad esempio il testimone è venuto a conoscenza delle circostanze dell’incidente da un’altra persona.

 

Cos’è la capacità di testimoniare?

In linea generale, ogni persona ha la capacità di testimoniare [1], indipendentemente dall’età e dalle condizioni personali o sociali, salvo sia certificato o evidente che il soggetto chiamato a testimoniare sia affetto da vizi di mente tali da renderlo incapace di deporre. Tale condizione può essere accertata anche dal Giudice il quale può ordinare verifiche sull’idoneità fisica e mentale del teste (cosiddetta perizia).

 

È obbligatorio testimoniare?

Sì, è obbligatorio. La citazione come testimone può esserti recapitata (notificata) mezzo lettera raccomandata o da parte di un avvocato (dell’imputato o della vittima) oppure dall’ufficio della Procura (in gergo, la Pubblica Accusa). Nella lettera sarai informato dell’oggetto del processo penale in corso e del soggetto nei confronti del quale si sta accertando il reato. Sarai altresì informato del giorno, dell’ora e del luogo quindi del Tribunale presso il quale dovrai presentarti.

Una volta che hai ricevuto la citazione, sorgeranno degli obblighi che dovrai rispettare:

  • obbligo di presentarti: se non ti presenti, il Giudice potrà chiedere alla Polizia Giudiziaria di recarsi presso il tuo domicilio e accompagnarti in Tribunale per rendere la testimonianza (cosiddetto accompagnamento coattivo) e potrai anche essere sanzionato fino a 516,00 euro; in caso di legittimo impedimento (ad esempio nel caso di una malattia), sarà necessario trasmettere alla cancelleria del Tribunale il documento che attesta l’impedimento per poter sospendere l’obbligo di presentarsi (ad esempio, il certificato medico). In questo caso non sarai sollevato dall’obbligo di testimoniare perché potresti ricevere una nuova citazione che ti obbligherà a presentarti al Giudice;
  • obbligo di rispondere alle domande secondo verità. Attenzione! Se nel corso dell’esame il Giudice si rende conto che le risposte sono contraddittorie, oppure sono contrastanti con altre prove già raccolte, e quindi che potrebbero essere risposte false, può integrarsi il delitto di falsa testimonianza punito da due a sei anni di reclusione [2].

 

Sono obbligato a rispondere a tutte le domande?

No. Ci sono dei casi in cui è prevista la facoltà di astenersi dal rispondere ad alcuni tipi di domande e ci sono casi in cui è, addirittura, concessa la scelta di non testimoniare affatto, quindi di astenersi totalmente dal deporre.

Nel primo caso è possibile astenersi dal testimoniare su fatti dai quali potrebbe emergere una propria responsabilità penale [3].

Nel secondo caso [4], la facoltà è molto più ampia perché è possibile decidere di non rispondere ad alcuna delle domande che vengono rivolte. Questo è il caso applicabile ai prossimi congiunti dell’imputato del processo. Sono prossimi congiunti: gli ascendenti, i discendenti, il coniuge, i fratelli e le sorelle, gli affini nello stesso grado, gli zii e i nipoti. Ai prossimi congiunti sono equiparati i conviventi. Attenzione: per i prossimi congiunti dell’imputato permane l’obbligo di presentarsi al Giudice. Il Giudice, però, darà l’avviso al prossimo congiunto chiedendogli se intende astenersi. Laddove il testimone prossimo congiunto decida di non avvalersi della facoltà di astenersi, e quindi decida di rispondere, sarà poi assoggettato a tutti gli obblighi sopra richiamati.

Avv. Mara Modica Amore

note

[1] Art. 196 cod. proc. pen.

[2] Art. 372 cod. pen.

[3] Art. 198 comma 2 cod. proc. pen.

[4] Art. 199 cod. proc. pen.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

1 Commento

  1. Ma la testimonianza potrebbe essere sincera anche se contrasta con altre prove. Cioè uno potrebbe non sapere di non sapere.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI