Diritto e Fisco | Articoli

Casse di previdenza: contributo di solidarietà vietato

10 Agosto 2017


Casse di previdenza: contributo di solidarietà vietato

> Diritto e Fisco Pubblicato il 10 Agosto 2017



Il caso riferito alla Cassa di previdenza dei dottori commercialisti si può estendere a tutte le casse private di professionisti e autonomi: vietati i contributi di solidarietà.

Una Cassa di previdenza privata non può imporre contributi di solidarietà da versare in favore dei pensionati e, se lo fa, gli iscritti possono sottrarsi al pagamento o chiedere la restituzione delle somme riscosse. A chiarirlo è la Cassazione con una importante ordinanza appena pubblicata [1].

La Corte ribadisce un orientamento già chiarito in passato [2] e che, se nel caso di specie si riferisce ai dottori commercialisti, può ben essere esteso a qualsiasi tipo di professionista o di lavoratore autonomo con previdenza gestita da una Cassa privata.

Il potere di imporre, ai propri iscritti, contributi di solidarietà non spetta infatti alle Casse private le quali, per legge [3] possono solo intervenire sugli «elementi costitutivi del rapporto obbligatorio» con gli assicurati attraverso «la variazione delle aliquote contributive, la riparametrazione dei coefficienti di rendimento e di ogni altro criterio di determinazione del trattamento pensionistico».

La legge – si legge nell’ordinanza in commento – non consente agli enti di previdenza privatizzati di «sottrarsi in parte all’adempimento, riducendo l’ammontare delle prestazioni attraverso l’imposizione di contributi di solidarietà». «Una volta maturata la pensione di anzianità l’ente previdenziale debitore non può con atto unilaterale, regolamentare o negoziale, ridurne l’importo, tanto meno adducendo generiche ragioni finanziarie, poiché lederebbe l’affidamento del pensionato», tutelato dalla Costituzione.

note

[1] Cass. ord. n. 19711/2017.

[2] Cass. sent. n. 12338/2016.

[3] L. n. 335/1995.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI