Diritto e Fisco | Articoli

Privacy: chi è il titolare del trattamento

8 settembre 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 8 settembre 2017



Il titolare del trattamento ha il compito realizzare le scelte necessarie a garantire che i dati di ognuno di noi siano gestiti in modo sicuro  

Nell’era dello spionaggio informatico, della violazione di codici di accesso e di informazioni riservate, il concetto di privacy è molto attuale ed oggetto di numerosi dibattiti. Ognuno di noi, infatti, è titolare di determinati dati personali, che rivelano dettagli sulle nostre caratteristiche, sulle nostre abitudini, sul nostro stile di vita, sulle nostre relazioni personali, sul nostro stato di salute, sulla nostra situazione economica, ecc. Dati, dunque, che ci identificano e che rivelano informazioni, che il più delle volte dovrebbero invece essere riservate. Proprio per questo, nel sistema del trattamento dei dati personali e della privacy sono coinvolti diversi soggetti che hanno appunto il compito di regolare la raccolta dei dati e garantirne il loro corretto uso.  Tra questi, in primo luogo, troviamo il titolare del trattamento.

Prima di analizzare chi è, che compiti ha e quali sono gli obblighi del titolare del trattamento in tema di privacy, bisogna compiere delle premesse per comprendere il significato di alcune espressioni.

 Dati personali, dati sensibili e trattamento dei dati personali

Per “dati personali” si intendono genericamente tutte le informazioni relative ad una persona fisica o giuridica. All’interno dei dati personali, poi, particolare menzione e attenzione meritano i c.d. “dati sensibili“, i quali sono idonei a rivelare aspetti più “privati” della vita di ognuno di noi ed in particolare:

  • l’origine razziale ed etnica;
  • le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere;
  • le opinioni politiche, l’adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale;
  • lo stato di salute e la vita sessuale [1].

Il “trattamento dei dati personali” è, invece, qualunque operazione riguardante, tra l’altro, la raccolta, la registrazione, la conservazione, l’utilizzo, la cancellazione e la distruzione di detti dati.

Chi è il titolare del trattamento?

Il titolare del trattamento è colui che deve determinare le finalità ed i metodi di trattamento dei dati personali raccolti e che deve decidere quali categorie di dati personali devono essere registrate. Le sue responsabilità ed i suoi compiti sono previsti e disciplinati dal Codice in materia di protezione dei dati personali [2].

Il titolare del trattamento non è colui che gestisce i dati, compito che generalmente spetta al responsabile del trattamento dei dati. Ed infatti, compito del titolare del trattamento è piuttosto quello di comunicare con l’interessato (ossia la persona fisica cui si riferiscono i dati personali) e con il Garante per la protezione dei dati personali. Il titolare del trattamento è colui che decide il motivo e le modalità del trattamento ed è responsabile dell’osservanza degli obblighi previsti dalla legge in materia di protezione dei dati personali.

Il titolare ha il compito di nominare il responsabile del trattamento, insieme al quale realizza le scelte necessarie a garantire che i dati siano gestiti in modo sicuro.

Al titolare del trattamento bisogna rivolgersi nel caso di violazione della privacy ed in ipotesi di trattamento illecito dei propri dati personali.

Nel settore privato il titolare del trattamento può essere sia una persona fisica che una persona giuridica. Nel settore pubblico, invece, generalmente il titolare del trattamento è l’autorità, l’ente nel suo complesso (es. il Ministero) e quindi una persona giuridica.

Tra gli obblighi più comuni e importanti del titolare del trattamento vi è certamente l’obbligo di informativa [3]. Infatti, il titolare del trattamento deve informare l’interessato – oralmente o per iscritto, ma con informazioni molto dettagliate – circa le modalità con cui verranno trattati i suoi dati personali.

Il titolare del trattamento deve sorvegliare affinché i dati personali oggetto di trattamento siano:

  • trattati in modo lecito e con correttezza;
  • raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi;
  • esatti, aggiornati, pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati.

I dati personali trattati in violazione delle norme sul loro trattamento non possono essere utilizzati.

Nel caso in cui, per qualunque ragione, dovesse cessare il trattamento, i dati devono essere:

  • distrutti;
  • ceduti ad altro titolare, se il nuovo trattamento è compatibile con gli scopi per i quali i dati sono stati raccolti;
  • conservati per fini esclusivamente personali e non destinati alla diffusione;
  • conservati o ceduti ad altro titolare del trattamento, per particolari scopi in conformità alla legge, ai regolamenti, alla normativa comunitaria.

Il trattamento dei dati sensibili

I dati sensibili, invece, possono essere oggetto di trattamento solo con il consenso scritto dell’interessato e previa autorizzazione del Garante. Il Garante per la protezione dei dati personali, chiamato anche Garante della Privacy, è un’Autorità indipendente istituita per assicurare la tutela dei diritti e delle libertà fondamentali nel trattamento dei dati personali ed il rispetto della dignità degli individui.

Tuttavia, quando il trattamento è necessario per la salvaguardia della vita o dell’incolumità fisica di una persona – o in altre specifiche e limitate circostanze – non sono necessari né il consenso scritto né l’autorizzazione del garante.

note

[1] Cfr. art. 4, lett. b, D. lgs n. 196 del 30.06.2003.

[2] D. lgs. n. 196 del 30.06.2003.

[3] Art. 13 D. lgs. n. 196 del 30.06.2003.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI