Diritto e Fisco | Articoli

Ludopatia: nuove regole per le persone dipendenti dal gioco d’azzard

2 Novembre 2012
Ludopatia: nuove regole per le persone dipendenti dal gioco d’azzard

Il Governo ha varato una serie di misure per contrastare la dipendenza dal gioco d’azzardo, fenomeno in forte crescita negli ultimi anni.

Nonostante la crisi economica, è aumentata del 12% la spesa degli italiani nel gioco online [1]: da gennaio ad agosto si è speso cica 10,1 miliardi di euro. Le stime parlano di circa 1 milione di italiani (di cui 300 mila gravi) affetti da ludopatia, ossia dalla dipendenza del gioco d’azzardo. Secondo Alfio Lucchini, presidente di FedersSerd (Federazione italiana operatori dipartimenti e servizi dipendenze) l’incremento della dipendenza è di circa 30-40% annuo.

Il Governo così ha varato una serie di misure per contrastare il fenomeno.

Innanzitutto il gioco online sarà vietato presso gli esercizi pubblici ove non potranno più essere istallate apparecchiature per le scommesse.

I gestori delle sale da gioco dovranno inoltre esporre all’ingresso e all’interno dei locali il materiale informativo predisposto dalle ASL che evidenzia i rischi correlati al gioco. Saranno inoltre tenuti a segnalare la presenza dei servizi di assistenza dedicati alla cura e al reinserimento sociale delle persone con patologie correlate al gioco.

Innovativa la misura (ancora da approvare) che vorrebbe consentire al giudice dell’esecuzione di sospendere eventuali procedure espropriative (esecuzione forzata, vendita di immobili, ecc.) eseguite nei confronti di soggetti affetti da ludopatie che abbiano contratto debiti particolarmente elevati.

 

 


note

[1] Stime rese note dal report pubblicato dai Monopoli di Stato.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube