Diritto e Fisco | Articoli

Sono separata: a chi andrà la mia casa se muore il mio ex?

13 agosto 2017


Sono separata: a chi andrà la mia casa se muore il mio ex?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 13 agosto 2017



La casa in cui abito è mia. Se mio marito, da cui sono separata, muore prima di me, la casa resterà mia o i suoi figli di primo letto possono vantare diritti?

Per regola generale la separazione legale, che allenta il legame tra i coniugi, non elimina i diritti di successione in caso di decesso della moglie o del marito. Ciò significa che, ove suo marito dovesse venire a mancare prima della lettrice, per legge ella verrebbe chiamata alla relativa successione unitamente ai figli di suo marito. L’unica eccezione a questo principio generale è rappresentato dal caso in cui la separazione sia stata dichiarata con addebito a carico del coniuge superstite e la sentenza che ha dichiarato il nuovo stato della coppia sia diventata definitiva. In tal caso infatti, il coniuge superstite cui sia stata addebitata la separazione (ossia quello cui la sentenza di separazione attribuisce “la colpa” della stessa) ha diritto soltanto a un assegno vitalizio a carico dell’eredità se, in vita, godeva già degli alimenti. Questo, in linea generale, ciò che dispone la legge per il caso di decesso di uno dei due coniugi già separati. Laddove invece i coniugi risultassero già divorziati al momento del decesso di uno dei due, non si avrà alcuna successione a favore dell’altro.

Per rispondere nello specifico al quesito, se il bene immobile di cui riferisce è già intestato per intero alla lettrice, al momento della morte del marito lei manterrà i suoi diritti di proprietà sull’immobile poiché esso non rientrerà nell’asse ereditario. Se, invece, dovesse venire a mancare la lettrice per prima, alla sua successione sarà chiamato esclusivamente suo marito – nei limiti sopra evidenziati – mentre i figli di quest’ultimo, poiché non legati a lei da alcun vincolo di filiazione, ne rimarranno estranei.

 

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Enrico Braiato

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI