HOME Articoli

Lo sai che? Truffe prodotti usati online: come evitarli?

Lo sai che? Pubblicato il 14 settembre 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 14 settembre 2017

Alcuni consigli per evitare truffe nel caso di acquisto di prodotti online.

L’e-commerce è, oramai, una realtà ben consolidata. È sempre maggiore il numero di italiani che preferisce acquistare online i beni e i prodotti di cui ha bisogno, preferendo tale modalità al classico acquisto presso un punto vendita.

Tuttavia, l’impossibilità di toccare con mano il prodotto che si intende comprare impedisce all’acquirente di verificarne l’effettiva bontà. Pertanto, non sono pochi i casi in cui l’ignaro utente del web si sia visto recapitare a casa un prodotto usato.

Per cui, se ti stai chiedendo come evitare le truffe dei prodotti usati online ecco alcuni semplici consigli che potrai utilizzare tutte le volte in cui compri in internet.

Occhio al prezzo

Per evitare di vedersi recapitare a casa un prodotto usato anziché uno nuovo, un buon indice rivelatore è costituito dal prezzo. Normalmente, infatti, chi spaccia un bene per un altro cercherà di renderlo il più attrattivo possibile, mettendolo in risalto agli occhi del consumatore. In questo senso, nulla lusinga più di un prezzo conveniente. Sarebbe opportuno, pertanto, effettuare una saggia comparazione dei prezzi navigando in siti diversi alla ricerca del prodotto che abbia le stesse caratteristiche.

Anche le modalità di pagamento sono importanti. Il pagamento anticipato espone l’acquirente al rischio di perdere definitivamente quanto versato nel caso in cui non riesca ad ottenere la restituzione del danaro o il cambio della merce. Sarebbe preferibile, perciò, il pagamento in contrassegno, il quale consente di corrispondere il prezzo al momento dell’effettiva consegna. In tal caso, si ricordi di aprire il pacco per la verifica della merce prima della firma di avvenuta ricezione.

Verificare l’attendibilità del venditore

Uno dei modi migliori di evitare le truffe dei prodotti usati è quello di verificare attentamente l’attendibilità del venditore. Se ciò si rende normalmente superfluo per le grandi compagnie note in tutto il mondo, per i piccoli venditori è d’uopo un controllo dell’affidabilità. Il riscontro potrà avvenire attraverso il cosiddetto feedback, il quale rappresenta il termometro delle valutazioni sul venditore rilasciate dai precedenti acquirenti.

Diritto di recesso e rimborso del prezzo

Nel caso in cui, pur seguendo i consigli sopra indicati, si dovesse incorrere nell’acquisto di un prodotto usato, le strade da percorrere sono molteplici. Innanzitutto, in via bonaria si potrà esercitare, entro 14 giorni dal ricevimento della merce [1], il diritto di recesso, inviando una raccomandata con avviso di ricevimento al venditore. Il consumatore dovrà, entro 14 giorni dall’invio del recesso, adoperarsi per la restituzione della merce, a fronte della quale avrà diritto al rimborso integrale di quanto pagato.

Si noti, però, che il comportamento del venditore potrebbe integrare gli estremi del reato: se, infatti, egli ha posto in essere una condotta o una serie di condotte volte a raggirare il compratore, ingannandolo volontariamente sul bene che stava per acquistare, potrà configurarsi il reato di truffa [2]. Anzi, secondo la Corte di Cassazione, l’acquisto a distanza mette il compratore in una situazione di svantaggio tale da far scattare anche l’aggravante della minorata difesa. Pertanto, ogniqualvolta il venditore approfitti della distanza per raggirare il compratore, si configura il reato di truffa aggravata [3].

L’acquisto di beni online richiede sempre la massima attenzione da parte dell’acquirente. Alcuni indici attendibili sono quelli riguardanti il prezzo, le modalità di pagamento e l’affidabilità del venditore. In ogni caso, l’acquirente che sia anche consumatore potrà recedere di fronte alla difformità del bene acquistato, nonché denunciare alle autorità competenti la truffa subita.

note

[1] Articolo 52 decreto legislativo n. 206/2005.
[2] Articolo 640 cod. Pen.
[3] Cass. Sent. N. 17937/2017 del 22.03.2017.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI