HOME Articoli

Lo sai che? Autovelox senza obbligo di fermata

Lo sai che? Pubblicato il 14 agosto 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 14 agosto 2017

Una guida per sapere quando è lecito accertare la violazione dei limiti di velocità con autovelox e senza procedere alla contestazione immediata.

 Autovelox senza obbligo di fermata? Sì, è possibile procedere da parte degli organi di polizia ad accertare le violazioni ai limiti di velocità utilizzando apparecchi elettronici, come l’autovelox, senza l’obbligo di fermare immediatamente il veicolo nei casi in cui la contestazione immediata sia oggettivamente impossibile, molto difficoltosa o pericolosa per gli accertatori o gli utenti della strada.

Impiego e caratteristiche degli apparecchi di rilevamento dell’eccesso di velocità

La legge [1] consente innanzitutto di impiegare dispositivi e mezzi tecnici di controllo del traffico per accertare a distanza alcune violazioni tra le quali anche l’eccesso di velocità.

Non solo.

La legge [2] rende pure possibile:

  • installare e impiegare quei dispositivi capaci di rilevare, anche in modalità automatica, le violazioni (innanzitutto l’eccesso di velocità) e cioè senza la presenza o l’intervento contestuale dell’operatore di polizia stradale;
  • installare e impiegare mezzi tecnici che consentono all’operatore a distanza di accertare l’illecito anche in un luogo ed in un momento diversi rispetto a quelli in cui l’illecito viene commesso;
  • per quello che in questa sede maggiormente interessa, sempre la legge [3] legittima l’accertamento e la contestazione differita (cioè senza l’obbligo di far fermare immediatamente il veicolo) delle violazioni rilevate con i predetti dispositivi e mezzi tecnici senza richiedere che l’impossibilità della contestazione immediata sia adeguatamente motivata caso per caso, ma considerandola oggettivamente ed in via presuntiva esistente in tutti i casi da essa individuati.

L’autovelox può essere utilizzato senza obbligo di presenza di agente accertatore.

I casi in cui è lecito rilevare l’eccesso di velocità senza obbligo di contestazione immediata

Quando dunque è possibile utilizzare l’autovelox senza obbligo di fermata?

La legge [4] chiarisce che sulle autostrade e sulle strade extraurbane principali è sempre consentita la contestazione differita delle violazioni accertabili con l’impiego di dispositivi e mezzi tecnici (dunque anche dell’eccesso di velocità accertato mediante impiego di autovelox).

Invece, sulle strade extraurbane secondarie e sulle strade urbane di scorrimento (anche quando, attraversando centri urbani, assumano le caratteristiche di strade urbane di quartiere o di strade locali) la contestazione differita sarà possibile solo se tali strade (o singoli tratti di esse) saranno state appositamente individuati da decreto del Prefetto affinché si possa su di esse procedere all’accertamento a distanza dell’eccesso di velocità.

Sulle autostrade non è mai obbligatorio procedere alla contestazione immediata.

Quando l’autovelox può essere usato su strade secondarie

Si è appena precisato che sulle strade extraurbane secondarie e sulle strade urbane di scorrimento (anche quando, attraversando centri urbani, assumano le caratteristiche di strade urbane di quartiere o di strade locali) la contestazione differita sarà possibile solo se tali strade (o singoli tratti di esse) saranno state appositamente individuati da un decreto del Prefetto (necessario innanzitutto affinché si possa su di esse procedere all’accertamento a distanza dell’eccesso di velocità).

Il decreto prefettizio potrà individuare quei tratti di strade extraurbane secondarie e di strade urbane di scorrimento su cui poter installare e utilizzare dispositivi per l’accertamento a distanza dell’eccesso di velocità senza, altresì, l’obbligo di procedere all’immediato stop del veicolo sulla base di questi criteri:

  • elevato tasso di incidentalità;
  • documentata impossibilità o difficoltà di procedere alla contestazione immediata sulla base delle condizioni strutturali, plano altimetriche e di traffico.

Una volta che il tratto di strada sia stato compreso nel decreto prefettizio, quindi, sarà lecito su quel tratto di strada procedere ad accertare l’eccesso di velocità con l’autovelox e sarà anche lecito non procedere alla immediata contestazione dell’infrazione, non procedendo all’immediata fermata del veicolo.

note

[1] Art. 4 della l. n. 168/2002.

[2] Art. 4 della l. n. 168/2002.

[3] Art. 4 della l. n. 168/2002.

[4] Art. 4 della l. n. 168/2002.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI