Diritto e Fisco | Articoli

Truffa agli stand: risponde l’organizzatore della fiera

31 Ottobre 2011
Truffa agli stand: risponde l’organizzatore della fiera

L’organizzatore della fiera che non controlla la regolarità delle iscrizioni delle ditte partecipanti, deve risarcire il cliente truffato.

L’organizzatore della fiera deve risarcire i danni subiti dal cliente se quest’ultimo, nell’acquisto di prodotti durante la fiera stessa, subisce una truffa ad opera di venditori non iscritti alla Camera di Commercio. Lo ha affermato di recente la Corte di Cassazione [1].

Il caso aveva riguardato una signora che, durante l’ExpoSavona 2000, aveva pagato un acconto sul prezzo di una merce che le doveva essere consegnata a domicilio, consegna che poi non si era mai verificata.

Il venditore che aveva in affitto lo stand ove la donna aveva fatto l’acquisto era risultato irreperibile, non risultava iscritto alla Camera di Commercio e aveva fornito una partita Iva appartenente a una ditta fallita.

Il caso della signora non era stato isolato. Infatti, si era poi scoperto che, nei giorni dell’Expo, lo stesso soggetto aveva truffato anche altri compratori.

Per ottenere il risarcimento, dunque, la malcapitata aveva citato in giudizio la società organizzatrice della fiera.

Secondo la Suprema Corte, già l’esame delle dichiarazioni rese dal titolare della società organizzatrice aveva evidenziato che “l’iscrizione delle ditte partecipanti alla manifestazione era avvenuta senza alcun controllo sui dati dalle stesse comunicati”. Al contrario, una condotta diligente avrebbe imposto l’esibizione e la verifica del certificato di iscrizione alla camera di commercio, delle partite Iva e quant’altro fosse stato necessario per attestare la titolarità della ditta.

di MARIA VALENTINA MITTIGA



note

[1] C. Cass. sent. 19802/2011


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube