| Articoli

Quanti soldi per vivere in due

23 agosto 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 23 agosto 2017



Quanto si spende per vivere in coppia in Italia

Quanti soldi ci vogliono per vivere in due? Una domanda – diceva un presentatore di una volta, «da cento milioni». Se ne sentono di tutti colori a questo proposito. C’è chi giura che con meno di 1.000 euro al mese, in due, si vive benissimo, ci si tolgono tutti gli sfizi che si vuole e si risparmiano anche tanti bei soldini.

Beh noi siamo in due, non facciamo una vita da nababbi, ma con 1.000 euro al mese non riusciremmo proprio a vivere.

Tante volte ci siamo sentiti anche spreconi e incapaci, ma poi mi è capitato di leggere i dati della rilevazione Istat sulle spese per consumi delle famiglie italiane e ho visto che la spesa media mensile per un nucleo di due persone è di 2.198,39 euro. Così mi sembra un po’ troppo – le medie sono medie-, ma più vicino alla realtà.

Adesso potrei esporre in dettaglio il contenuto dell’indagine Istat, scendere molto professionalmente nei dettagli della rilevazione, esporre le differenze territoriali tra Nord, Centro e Sud Italia e così dimostrare, con i numeri, che in due non si vive con pochi euro.

Ma, in agosto, mi sembra meno arido parlavi di me.

Intendiamoci, non dico che sia completamente impossibile vivere in due con meno di 1.000 euro al mese. Nella vita ci si può trovare anche a vivere con pochi o pochissimi soldi e tirando la cinghia si può andare avanti. Ma non ditemi che ci si tolgono degli sfizi e si risparmia anche qualcosa!

Noi viviamo vicino a Pisa, una città tipica della periferia italiana, mediamente costosa, mediamente efficiente, mediamente vivace.

Mettiamo il caso di dover pagare un affitto; per un bi/trilocale almeno, si spendono circa 800 euro al mese.

Se scegli la campagna, come noi, puoi trovare a 600 euro al mese.

In alternativa puoi fare un mutuo, se riesci a fartelo dare, e acquistare il solito bi/trilocale (costo intorno a 200.000 euro). Avrai una rata ancora di circa 800 euro. E poi ci sono le tasse sulla casa (diciamo 200 euro annuali?).

Al solito, se si sceglie la campagna si spende un po’ meno, oppure, con gli stessi soldi si può avere una villetta un po’ più grande.

Però, se si abita fuori città, cosa che può essere molto valida, bisogna considerare che ci sono anche i costi di trasferimento (benzina o abbonamenti ai mezzi pubblici).

Poi ci sono le bollette: acqua, luce, gas e telefono.

Diciamo che in media, per due persone, costano 100 euro al mese.

Certamente, dipende da quanto si consuma: se si sta attenti alle fasce orarie del costo dell’energia, se non si spreca, se è estate o inverno, se fa molto caldo o molto freddo. Ma più o meno siamo li.

Poi ci sono le spese di condominio. Vogliamo considerare 50 euro al mese? È sempre una media, dipende da una infinità di fattori, ma noi non siamo mai andati sotto.

Ah, non ci dimentichiamo i cellulari. Consideriamo altri 30 euro al mese per due persone. Lo so, è sempre una media, io che lavoro con il telefono spendo il doppio, da solo ogni mese.

Poi, tutti, abbiamo il vizio di mangiare. Sono circa 300 euro al mese di cibo, per mangiare un minimo sano e variato: pasta, verdura, frutta, carne, pesce. E questo considerando di aver tempo per cucinare i cibi partendo dagli ingredienti. Se, invece, si lavora entrambi, come noi, bisogna considerare almeno 100 euro in più.

A casa nostra, poi, si aggiungono altri soldi perché devono mangiare anche i nostri gatti. Ora noi esageriamo, perché abbiamo quattro gatti, ma ormai un animale è presente in tantissime delle case degli italiani. Vogliamo considerare altri 30 euro mensili per gli animali da compagnia? Ma sì, se ci mettiamo anche il veterinario, ci arriviamo.

E bisogna spostarsi, quindi, c’è l’automobile da mantenere, nel nostro caso due. Carburante, tassa di proprietà, assicurazione, manutenzione. Riuscite a spendere meno di 150 euro al mese? Noi no.

Certo, della macchina si potrebbe fare a meno; non se vivi in campagna come noi e devi andare a lavorare in città. E poi che fai, non esci mai? O scrocchi passaggi agli amici. Dubito che sia possibile farlo per anni. Prima o poi bisogna organizzarsi. Comunque, se non hai la macchina, devi usare i mezzi pubblici e anche quelli hanno un costo.

Le spese mediche? Vogliamo parlare delle spese mediche. Facendo i dovuti scongiuri e augurando a tutti di essere sempre in buona salute, se come a volte capita, in un periodo devi spendere per la salute, se ne vanno moltissimi soldi. E si tratta di spese non rimandabili e non dilazionabili nel tempo. Facendo una media mensile, credo che sia difficile scendere sotto i 100 euro al mese (non dimenticatevi il dentista…).

E le spese accessorie: una pizza, un cinema, una maglietta, un paio di scarpe, la palestra…

Va bene, si può anche stare a casa o fare solo delle passeggiate nella natura. Si può anche evitare di comprare scarpe e vestiti. Ma non lo si può fare per sempre.

Noi facciamo anche risuolare le scarpe e ci cuciamo anche qualche abito, ma alla fine qualcosa ci vuole sempre. E a stare sempre ritirati a casa ci si deprime. Quando si lavora tanto è doveroso avere lo spazio, almeno ogni tanto, per una pizza con gli amici. Anche qui consideriamo 50 euro al mese?

Ma gli imprevisti? La caldaia va revisionata, il frigorifero si rompe, le lampadine si bruciano. In casa succede sempre qualcosa. Alla fine sono imprevisti per modo di dire. Non si sa cosa, ma qualcosa c’è sempre. Diciamo 20 euro al mese di media? Dai!

Mi dimenticavo! Le tasse. Noi siamo lavoratori autonomi e quindi, per noi, si apre il capitolo infinito delle imposte sui redditi e dei contributi, ma anche se sei dipendente, di sicuro ci sono le tasse sui rifiuti, la tasi e, in certe città, i parcheggi a pagamento. Altri 30 euro al mese.

Ho perso un po’ il conto, ma a occhio 1.000 euro in due non bastano. Ricapitolando: affitto o mutuo 800 euro; bollette 100 euro; condominio 50 euro; cellulari 30 euro; cibo 400 euro; animali 30 euro; trasporti 150 euro; spese mediche 100 euro; spese accessorie 50 euro; imprevisti 20 euro; tasse 30 euro. In totale 1.760 euro.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

2 Commenti

  1. Finalmente un articolo che tratta l’argomento in maniera più “aderente” alla realtà.
    Ma quanto sarebbe interessante proiettare il risultato nel tempo, per capire se il nostro stile di vita sarà sostenibile in futuro, in base al nostro reddito?
    In quanti “imprevisti” è statisticamente possibile imbattersi nell’arco della vita media di un individuo, e in quale misura potrebbero incidere sul nostro stile di vita?

    1. La domanda è importante, ma richiede una analisi non da poco.
      Ci penso un po e vedo se riesco a scrivere qualcosa…
      Comunque grazie.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI