Diritto e Fisco | Articoli

Denunciare un poliziotto che non fa il suo dovere: quando e come

5 ottobre 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 5 ottobre 2017



Puoi denunciare un poliziotto negli stessi modi in cui denunceresti un comune cittadino ma per più tipologie di reato.

Spesso ci si lamenta dei poliziotti che non fanno il loro lavoro (o che lo fanno senza rispettare le leggi) e ci si chiede se sia possibile agire nei loro confronti per impedire che insistano nelle loro condotte illegittime. Ebbene, denunciare un poliziotto (così come un qualsiasi pubblico ufficiale) che non fa il suo dovere è possibile, presentando un comune atto di denuncia alla procura della repubblica o alle altre autorità di polizia giudiziaria competente. Vediamo in particolare quando e come è possibile.

La polizia di stato

La polizia di stato è una delle quattro forze italiane di polizia del ministero dell’interno ed è direttamente dipendente dal dipartimento di pubblica sicurezza. In particolare:

  • è un’autorità nazionale di pubblica sicurezza;
  • vigila sul mantenimento dell’ordine pubblico e provvede al mantenimento della pubblica sicurezza;
  • fornisce soccorso a soggetti pubblici e privati in caso di infortuni e alla risoluzione pacifica dei dissidi tra privati [1];
  • indaga sui reati, assicurando le prove e procedendo alle ricerche.

Quando denunciare i poliziotti

Anche i poliziotti, al pari (e forse più) degli altri cittadini, sono obbligati a rispettare la legge, sia nell’esercizio delle loro funzioni (ovvero delle loro attività lavorative), sia come privati cittadini. Ciò significa che è possibile denunciare un poliziotto quando commette:

  • reati comuni (quelli, cioè, che può realizzare chiunque);
  • reati specifici (tecnicamente definiti reati propri) che possono essere realizzati solo da pubblici ufficiali (tra i quali si annoverano anche i poliziotti). Si tratta, a titolo esemplificativo, dei reati di abuso di atti di ufficio, corruzione e concussione.

Un poliziotto (nella qualità di pubblico ufficiale) può essere denunciato per il delitto di abuso di atti di ufficio quando nello svolgimento delle proprie funzioni o del proprio servizio (in violazione di norme di legge o di regolamento, ovvero omettendo di astenersi in presenza di un interesse proprio o di un prossimo congiunto o negli altri casi prescritti) procura volontariamente a sé o ad altri un ingiusto vantaggio patrimoniale o provoca ad altri un danno ingiusto [2]. Ciò comporta che se, ad esempio, vedi che un poliziotto, a cui hai segnalato un abuso edilizio, non provvede a fare il sopralluogo (perché il proprietario del manufatto abusivo è un suo amico), puoi presentare un esposto o una denuncia per abuso di atti d’ufficio.

Un poliziotto (nella qualità di pubblico ufficiale) può essere denunciato per il delitto di corruzione ogni volta che si accorda con un privato accettando la sua promessa di un compenso (naturalmente a lui non dovuto) per compiere un atto inerente al suo lavoro o, addirittura, per compiere un atto contrario ai poteri e alle funzioni del suo ufficio [3].

Ciò comporta che se, ad esempio, un privato cittadino si accorda con un poliziotto a dargli del denaro in cambio del rilascio di un passaporto in maniera veloce (atto conforme alle sue funzioni) o in cambio della concessione edilizia per realizzare un manufatto abusivo (atto contrario ai doveri d’ufficio), tu puoi presentare una denuncia per corruzione.

Un poliziotto (sempre nella qualità di pubblico ufficiale) può essere denunciato per il delitto di concussione quando, abusando della sua qualità o delle sue funzioni, costringe (concussione violenta) o induce (concussione implicita o fraudolenta) qualcuno a dare o promettere indebitamente (a lui o a un terzo) denaro o altra utilità anche di natura non patrimoniale [4]. Ciò comporta che se, ad esempio, un poliziotto chiede a te (legale rappresentante di un’azienda privata di nuova apertura) di assumere il figlio, altrimenti procederà a controlli severi e denunce (ad esempio per mancate autorizzazioni), potrai presentare una denuncia per concussione.

Come denunciare un poliziotto

La denuncia può essere presentata al pari di tutte le denunce sporte nei confronti dei comuni cittadini.

I reati di abuso di atti d’ufficio, corruzione e concussione (di cui abbiamo parlato) sono procedibili d’ufficio, per cui è sufficiente presentare una semplice denuncia (o esposto) alla procura della repubblica o ai carabinieri, guardia di finanza e polizia, senza limiti di tempo. Diverso è il caso di alcuni reati comuni, procedibili a querela di parte, per i quali è necessario presentare un formale atto di querela, entro tre mesi dalla notizia del fatto reato, con espressa richiesta di punizione del colpevole.

note

[1] Art. 1, R. D.n. 773 del 18.6.1931.

[2] Art. 323 cod. pen.

[3] Art. 318 cod. pen.

[4] Art. 317 cod. pen.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI