HOME Articoli

Lo sai che? Carta di credito: come si disattiva?

Lo sai che? Pubblicato il 8 ottobre 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 8 ottobre 2017

Disdire la carta di credito è semplice: si può fare di persona o per raccomandata, dopo aver invalidato la tessera. Ecco un esempio di modulo di disdetta.

La carta di credito resta sempre uno dei sistemi più utilizzati dai consumatori per effettuare i propri acquisti. Un po’ per comodità, un po’ perché comporta il vantaggio di poter entrare in un negozio in qualsiasi momento, anche quando non si hanno i contanti in tasca o quando la spesa supera la cifra che abbiamo nel portafoglio. Consente, inoltre di non andare in giro con troppi soldi in tasca (purtroppo per i borseggiatori) e di comprare online qualsiasi tipo di merce o di servizio.

Tuttavia, c’è chi, dopo averla usata per un periodo di tempo, ritiene la carta di credito troppo onerosa oppure si rende conto che, per quello che costa mantenerla, la utilizza molto poco. A quel punto, la carta di credito come si disattiva? Come si fa la disdetta?

Come disattivare la carta di credito

Prima di capire come si disattiva la carta di credito bisogna controllare le condizioni contrattuali. Nella sezione «recesso» ci sono tutte le clausole in proposito. Quindi, occorre informare la banca o la Posta dell’intenzione di fare la disdetta della carta. Di norma, bisogna dare un preavviso scritto e firmato di 60 giorni, inviando una raccomandata a/r all’istituto di credito o alla sede dell’ufficio postale in cui si ha il conto corrente al quale si appoggia la carta di credito.

Alla richiesta occorrerà allegare la carta resa non più valida (magari tagliata con una forbice sulla banda magnetica e sul chip per evitare che possa essere riutilizzata).

E’ possibile anche fare la disdetta e l’invalidità della carta di credito anche di persona, recandosi allo sportello della banca o della Posta. Sarà l’impiegato a concludere la procedura e a tagliare la carta davanti al cliente.

Disattivare la carta di credito: il modulo di disdetta

Vediamo come si potrebbe scrivere il modulo di disdetta della carta di credito da inviare via raccomandata insieme alla carta invalidata:

Oggetto: richiesta di disdetta carta di credito numero __________________ con scadenza __/__/_____.

Il sottoscritto _____________________ nato a __________________ il giorno ____________ residente a _______________________ in via ________________ n. ___________ provincia ______ documento n. _______________ rilasciato da ____________________, C.F. ______________________ di cui si allega fotocopia, in qualità di titolare della carta di credito numero ______________ da Voi rilasciata in data __/__/_____ con scadenza __/__/_____, eventuale codice cliente ___________________, eventuale Partita IVA _________________________, con la presente, e consapevole delle sanzioni civili e penali previste dall’art. 76, DPR n. 445/2000 in caso di dichiarazioni mendaci e della decadenza dei benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base di dichiarazioni non veritiere di cui all’art. 75, DPR n. 445/2000

COMUNICA

la propria disdetta del servizio in oggetto dalla data: __/__/____.

Il sottoscritto comunica anche i recapiti per eventuali informazioni e comunicazioni future

  1. tel. ______________________
    mail ______________________

fax _____________________

In fede

_________________________ (firma, luogo e data)

Carta d’identità numero ______________________ rilasciata da ______________________ il __/__/_____

In allegato fotocopia documento di identità e carta di credito invalidata come da istruzioni

Devo pagare per disattivare la carta di credito?

Da quando la carta di credito viene disattivata fino all’effettivo recesso dal contratto, tutti gli oneri di pagamento residui sono a carico del cliente, che si impegna a evaderli nel minor tempo possibile.

Ad esempio. Se gli acquisti effettuati con la moneta elettronica mi arrivano sul conto il 15 del mese e io scelgo di disattivare la carta di credito 20 giorni prima, al giorno 15 del mese successivo mi arriverà il saldo degli acquisti effettuati. Sarà l’ultimo conto da pagare.

La maggior parte delle banche – salvo clausole che prevedano il contrario – non fanno pagare alcuna spesa per disattivare la carta di credito.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI