Politica | Articoli

Politici e Regioni: gli stipendi caleranno del 50% entro il 30 novembre

31 Ottobre 2012
Politici e Regioni: gli stipendi caleranno del 50% entro il 30 novembre

Entro il 30 novembre, ogni Regione dovrà adottare una propria legge che riduca gli stipendi di Presidenti e Consiglieri: le diminuzioni arriveranno fino al 50%, con un risparmio per la spesa pubblica di circa 40 milioni di euro l’anno.

Dopo una giornata di incontri, i Presidenti delle Giunte Regionali e i relativi Consiglieri hanno trovato un accordo sui tagli ai costi della politica regionale da proporre al Governo: ora, se l’esecutivo darà l’ok definitivo, gli stipendi degli enti territoriali potrebbero scendere anche della metà. In particolare, i Presidenti, che sino ad oggi intascavano fino a 14 mila euro netti, riceveranno invece a 7500 euro, comprensivi di stipendio e indennità varie. Invece, ai Consiglieri regionali non spetteranno più di 6000 euro, comprensivi di tutte le voci.

È l’Umbria, sino ad oggi, la Regione che prevede il più basso compenso per il Governatore, mentre per i consiglieri è l’Emilia Romagna.

 

 



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube