HOME Articoli

Topolino compra Guerre Stellari e annuncia il prossimo “Episode”

Pubblicato il 31 ottobre 2012

Articolo di




> Pubblicato il 31 ottobre 2012

Topolino e il copyright: con la perdita dei diritti d’autore meglio comprare la Lucasfilm e lanciare un nuovo episodio di Guerre Stellari.

La Disney, così dolce verso i bambini, ha sempre avuto una politica assai aggressiva verso tutte le forme di lesione del proprio copyright: vi basti aprire questa a pagina di Wikipedia dedicata a Mickey Mouse per scoprire che l’immagine di Topolino è stata cancellata dai titolari per violazione dei propri diritti d’autore.

Negli Usa la durata del copyright è di 70 anni dopo la morte dell’autore solo per le opere successive al 1978; per quelle anteriori, invece, il termine si estende fino a 95 anni dopo la pubblicazione. Questo perché ogni volta che si è avvicinato per la Disney il momento di perdere i propri diritti, il Congresso magicamente ha sempre approvato una proroga (l’ultima è della Corte Suprema nel 2004, che ha allungato i termini di altri 20 anni).

Lo strumento della influenza globale della Disney è la politica del copyright americana, sulla quale il gigante dell’intrattenimento mantiene una considerevole presa – ha riferito il magazine americano “Foreign Policy”. Secondo il Center for Responsive Politics, la compagnia ha speso più di 5 milioni di dollari nel 2009 per influenzare il governo federale – molti di essi su questioni di copyright e di marchi di vendita. La Disney è anche una dei sei membri della Motion Picture Association of America, un gigante delle lobby che ha usato la sua influenza per estendere la protezione della proprietà intellettuale molto al di là di ogni precedente storico. C’è una buona ragione se il Copyright Term Extension Act, del 1998, è largamente conosciuto come Mickey Mouse Protection Act.

Ma evidentemente le cose non possono durare così in eterno e la Disney sta lanciando investimenti per il lungo periodo. È di oggi la notizia che la casa di Topolino, per appena 4,05 miliardi di dollari in contanti, ha appena acquistato la Lucasfilm (la casa di produzione cinematografica fondata da George Lucas e che ha creato la saga di Guerre Stellari e Indiana Jones).

Per battezzare la fusione e rilanciare il titolo in borsa, la Disney ha anche annunciato il prossimo episodio di Star Wars, che vedrà la luce nel 2015, con Lucas sulla poltroncina di “consulente creativo”.

 


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI