Diritto e Fisco | Articoli

Risarcimento assicurazione: devo dichiararlo nell’Isee?

23 Settembre 2017
Risarcimento assicurazione: devo dichiararlo nell’Isee?

Sono stata risarcita dall’assicurazione per un incidente stradale. Sono non vedente. Se presento la dichiarazione Isee, devo dichiarare anche questa somma che ho ricevuto?

La questione che la lettrice solleva, in effetti, costituisce un problema per molte persone e una obiettiva restrizione alle agevolazioni dipendenti dalla produzione del modello Isee. Sicuramente l’indennizzo che lei ha ricevuto dall’assicurazione non rientra nel quadro reddituale: non è un reddito e, pertanto, lo stesso importo non deve essere dichiarato all’interno della sezione “redditi” prevista nel modello di richiesta di rilascio del certificato Isee. Altra questione è, invece, quella riguardante la cosiddetta giacenza media di conto corrente. A questo proposito, la legge pare non faccia alcuna differenza circa la provenienza delle somme che risultano depositate. Mentre per quanto riguarda il reddito, ad esempio, è oggi previsto che le indennità di accompagnamento non debbano considerarsi ai fini della determinazione della situazione reddituale del richiedente la certificazione Isee, analoga distinzione non si riscontra relativamente alle somme depositate in conto corrente nel senso che, da qualunque fonte queste derivino, contribuiscono a determinare il valore medio di giacenza. L’unica soluzione sarebbe quella di non lasciare quelle somme depositate. In ogni caso, si consiglia di specificare, all’atto della presentazione della richiesta Isee, la fonte di quelle somme. Difficilmente la lettrice riuscirà ad evitare che le somme depositate sul suo conto corrente, contribuiscano a elevare il valore medio della giacenza di conto corrente con tutto ciò che questo comporta.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Antonio Ciotola



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube