Diritto e Fisco | Articoli

Novità per i buoni pasto

3 Settembre 2017 | Autore:
Novità per i buoni pasto

I buoni pasto potranno essere utilizzati anche in giornate non lavorative e potranno essere cumulati fino ad otto: vediamo le novità.

I buoni pasto – mezzo di pagamento usato da aziende pubbliche e private e strumenti alternativi al servizio mensa – sono oggetto di una nuova disciplina ministeriale [1] che ha posto nuove regole.

Le novità per i buoni pasto riguardano i giorni in cui possono essere utilizzati e il numero di buoni pasto che può essere usato cumulativamente.

Vediamo quali sono le novità stabilite dal governo per i buoni pasto.

Chi ha diritto ai buoni pasto

Il nuovo decreto stabilisce che i buoni pasto potranno essere concessi anche ai lavoratori part-time e non solo a quelli assunti a tempo pieno, purchè subordinati: i buoni pasto potranno essere attribuiti anche ai lavoratori per i quali non è prevista la pausa pranzo.

Notevole differenza rispetto al passato, poi, è quella per la quale i buoni pasto potranno essere assegnati anche ai collaboratori dell’azienda che non sono però lavoratori subordinati.

Forma dei buoni pasto

I buoni pasto dovranno essere emessi in forma cartacea, ed indicare:

  • il codice fiscale o la ragione sociale del datore e della società che li emette a norma di legge [2]
  • il valore del buono pasto espresso in euro
  • il termine entro il quale i buoni vanno utilizzati
  • lo spazio per la firma del lavoratore e del timbro dell’esercizio dove vengono spesi

I buoni pasto non possono essere ceduti a soggetti diversi dal beneficiario, neanche a titolo gratuito: il buono pasto, quindi, non può essere né venduto, né donato.

Esistono anche buoni pasto in formato elettronico aventi, nella loro struttura digitale, gli stessi elementi e requisiti dei buoni pasto cartacei.

Dove utilizzare i buoni pasto

I buoni pasto possono essere usati presso bar, supermercati, mense e spacci aziendali, agriturismi, ittiturismi, mercati rionali.

I buoni pasto vanno usati per intero, cioè per tutto il valore indicato nel documento, e non danno diritto ad ottenere resto. Sono infatti documenti di legittimazione e non titoli di credito.

Cumulabilità e giorni di utilizzo dei buoni pasto

Le nuove norme stabiliscono che i buoni pasto possono essere utilizzati anche cumulativamente: il limite massimo di buoni pasto spendibili nello stesso esercizio è pari ad otto.

Inoltre, con le nuove norme i buoni pasto potranno essere utilizzati anche in giornate non lavorative.

Entrata in vigore delle nuove norme sui buoni pasto

Le novità per i buoni pasto previste dalle norme che abbiamo esposto entreranno in vigore dal 9 settembre 2017.


note

[1] Decreto Min. Sviluppo economico n. 122/2017 del 07.06.2017.

[2] Art. 144 del D. Lgs. 50/2016.

Autore immagine: Pixabay


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube