HOME Articoli

News Come mandare a scuola i bambini non vaccinati?

News Pubblicato il 1 settembre 2017

Articolo di




> News Pubblicato il 1 settembre 2017

Basta un’autocertificazione in cui si dichiara di avere fatto richiesta di prenotazione telefonica o via e-mail. Ecco i documenti da presentare.

Zaino in spalla e tutti in aula. Ma come mandare a scuola i bambini non vaccinati? Visto il pugno di ferro del Ministero della Salute, se mio figlio non è stato vaccinato può andare comunque a scuola? Ni. Cioè: per l’anno scolastico appena iniziato, quando non si può presentare la copia della richiesta formale di vaccinazione si potrà autocertificare di aver richiesto alla Asl il vaccino non ancora somministrato.

I ministeri della Salute e dell’Istruzione hanno capito che dovevano venire incontro alle famiglie in un momento in cui l’obbligo delle vaccinazioni ha subìto una brusca accelerazione in tempi assai brevi. Quindi hanno deciso di accettare la copia di una richiesta di prenotazione dei vaccini, per dimostrare che si vuole rispettare l’obbligo vaccinale. Un’autocertificazione, insomma, in cui si dichiara che la punturina è stata prenotata e che, se non è stata ancora fatta, è perché non è stato tecnicamente possibile.

Come si dimostra tutto questo? Lo hanno spiegato i due ministeri in una circolare congiunta: si deve presentare il libretto vaccinale o la prenotazione, ma se non si riesce ad accedere neanche alla prenotazione, bastano la telefonata al Cup o un’e-mail o, ancora, una raccomandata a/r alla Asl.

Come richiedere la vaccinazione per mandare i bambini a scuola

La richiesta di vaccinazione per l’anno scolastico in corso può essere fatta telefonicamente. Basta che la telefonata abbia il riscontro di un appuntamento fissato.

E’ possibile farla anche tramite posta elettronica ordinaria o certificata, inviando un’e-mail all’Asl di competenza.

Infine, si può richiedere la vaccinazione per mandare a scuola i bambini non vaccinati mandando una raccomandata a/r, cioè con avviso di ricevimento, alla stessa Asl. La raccomandata, o l’e-mail, dovranno contenere un’autocertificazione in cui si dichiara di avere richiesto all’Azienda sanitaria locale di effettuare una vaccinazione non ancora somministrata. Insomma: ho chiesto, ma non me l’hanno potuta fare. Il problema non è più mio.

I documenti da presentare per mandare i bambini non vaccinati a scuola

Se voglio mandare a scuola i bambini non vaccinati, il dirigente mi chiederà, ovviamente, dei documenti. Quali devo presentare?

Secondo la circolare congiunta dei ministeri della Salute e dell’Istruzione, dovrò dimostrare nero su bianco:

  • di avere effettuato le vaccinazioni obbligatorie previste dalla legge in base all’età;
  • di avere eseguito la vaccinazione del figlio a seguito di una malattia naturale;
  • di avere i requisiti per l’omissione o il differimento delle vaccinazioni;
  • di avere fatto richiesta di vaccinazione all’Asl di competenza per le vaccinazioni obbligatorie non ancora effettuate, secondo le modalità indicate per la prenotazione.

Vaccinazioni e privacy: l’intervento del Garante

Scende in campo anche il Garante della privacy sul discorso delle vaccinazioni dei bambini.
Scuole e servizi educativi per l’infanzia hanno la facoltà di trasmettere gli elenchi degli iscritti alle Asl di competenza in modo da permettere di verificare che tutto sia in regola senza aggiungere oneri burocratici a famiglie e pubblica amministrazione.

Le aziende sanitarie, per evitare assurdi passaggi burocratici, possono inviare alle famiglie i certificati o altre attestazioni vaccinali per consegnarli alle scuole, senza dover aspettare che siano i genitori stessi a richiederli.

note

Autore immagine: 123rf.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI