Diritto e Fisco | Articoli

Padrino e madrina di battesimo hanno responsabilità legali?

4 settembre 2017


Padrino e madrina di battesimo hanno responsabilità legali?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 4 settembre 2017



Il battesimo è una funzione religiosa che non ha alcun rilievo per la legge; di conseguenza la carica di padrino o madrina non comporta l’assunzione di alcun obbligo giuridico.

Ti è stato chiesto di fare da padrino o da madrina ad un battesimo: hai esultato di gioia alla notizia, non senza quel giustificato tremore per le responsabilità morali che questo importante compito richiede. Sarai guida spirituale ed esempio di una giovane creatura per tutto il resto della sua vita. Ma quali responsabilità legali hanno padrino e madrina? Esistono degli obblighi giuridici per chi accetta di battezzare un bambino o una bambina? Lo cercheremo di capire in questo articolo.

Cos’è il battesimo?

Il battesimo è un sacramento per la chiesa cattolica. Non è un obbligo giuridico. Chi non si battezza non viola alcuna norma. Il nostro Stato è, infatti, «laico»: significa che gli atti religiosi non hanno alcun rilievo per l’ordinamento (e viceversa), con l’unica eccezione del cosiddetto «matrimonio concordatario», quello cioè celebrato in chiesa che, con il rispetto di particolari forme (la lettura degli articoli del codice civile e la firma dell’atto di matrimonio) ha effetti anche per la legge.

I doveri del padrino e della madrina

Posta l’irrilevanza per la legge del battesimo, la carica di padrino e madrina ha implicazioni solo di carattere religioso e non giuridico. Quindi, padrino e madrina non hanno alcun obbligo legale nei confronti del battezzato.

Gli unici obblighi che possono derivare dai rapporti familiari sono quelli degli alimenti. In particolare, l’obbligo di versare gli alimenti scatta solo tra parenti stretti e a condizione che uno di questi si trovi in estrema difficoltà economica. In particolare, chi versa in stato di bisogno fisico o economico e non è in grado di provvedere a se stesso ha diritto a ottenere l’assistenza da uno dei familiari secondo il seguente ordine: il coniuge, i figli, i nipoti, i genitori.

Gli obblighi del padrino e della madrina sono quindi solo di carattere morale, «morale» intesa in senso cristiano e, più in particolare, cattolico. Si tratta quindi di un ruolo di guida per tutta la vita, tanto è vero che il padrino o la madrina deve essere di religione cattolica e vivere secondo i canoni della religione cristiana. A conferma di ciò, il parroco, nel corso della funzione del battesimo, chiede al padrino o alla madrina di accettare l’impegno di «educarlo nella fede, perché nell’osservanza dei comandamenti impariamo ad amare Dio e il prossimo come Cristo ci ha insegnato».

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI