HOME Articoli

Lo sai che? Avvocati: modello di preventivo scritto e conferimento incarico

Lo sai che? Pubblicato il 4 settembre 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 4 settembre 2017

Con l’obbligo di fornire il preventivo scritto prima del conferimento dell’incarico, lo studio legale dovrà munirsi di una propria modulistica interna: ecco il fac-simile dell’atto da far firmare al cliente.

Non c’è cosa peggiore delle scartoffie. Lo sanno bene gli studi legali che spesso, nel mare delle carte, annaspano (e talvolta annegano). Chi non è ordinato con la gestione dei fascicoli rischia non solo di perdere tempo nella ricerca, ma soprattutto di non poter lavorare (e, talvolta, di dover risarcire il danno al cliente). Da settembre 2017, però, una nuova documentazione dovrà arricchire i già esplosivi fascicoli degli avvocati: il preventivo scritto firmato dal cliente. Questo perché il decreto concorrenza ha imposto un nuovo adempimento a carico dei legali: indicare all’assistito, prima del conferimento dell’incarico, la spesa che tale difesa gli costerà. Il cliente – sia esso impresa o consumatore – deve essere edotto sin dall’inizio su quanto potrà spendere e fino a dove potrà spingersi la parcella dell’avvocato. E se quest’obbligo, fino a ieri, poteva esaurirsi in forma orale, ora è necessario che sia redatto per iscritto e – a titolo precauzionale – anche controfirmato. Ecco perché è necessario, da subito, munirsi di un modello di preventivo scritto e conferimento dell’incarico. Il fac-simile potrà essere salvato nel computer dell’avvocato e personalizzato all’occorrenza in modo da poterlo consegnare al cliente spedendolo con posta elettronica certificata o stampandolo e ricevendone una copia sottoscritta per ricevuta.

Meglio conservare una copia del fac simile dentro il computer in versione editabile (word)

Ne abbiamo già parlato nell’articolo L’avvocato obbligato a fornire preventivo scritto al cliente: l’avvocato è tenuto a fornire un bel preventivo scritto e non solo una previsione approssimativa di quel che può succedere. È chiaro che quando l’avvocato si siederà davanti al computer per scrivere il preventivo, dovrà tenere conto di una misura «prevedibile» del costo della sua prestazione, in base alla sua esperienza e dopo aver sentito le pretese e le aspettative del cliente. Ma nulla toglie che possano esserci dei “leggeri aggiustamenti” in corso di causa se dovesse sorgere una situazione non prevista (ad esempio, la chiamata in causa di numerosi altri soggetti contro i quali difendersi).

Di recente l’ordine degli avvocati di Potenza ha elaborato e diffuso, a uso e beneficio di ogni avvocato, un modello di preventivo scritto e conferimento incarico. Eccone il testo qui di seguito riportato (lo puoi scaricare in versione word se clicchi qui).


Con la presente il Sig ………, nato a ………, il ………, C.F. ………, residente in ………, Via ………, [eventualmente, se società: quale legale rapp.te p.t., della società ………, con sede legale in ………, (P.Iva ………) come da visura CCIAA che si allega, identificato dall’Avv. ………, del Foro di ………, a mezzo documento di identità n. ………

Ricevuta l’informativa e prestato il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi di legge

CONFERISCE

all’Avv. ………, l’incarico di assistenza legale, rappresentanza, consulenza e difesa nella controversia insorta o insorgenda avente ad oggetto ………, e il cui valore è pari a euro ………

PATTUISCE

A) con il predetto legale, che accetta, il compenso per le prestazioni professionali alle seguenti condizioni:

1) quanto ad euro………, per l’assistenza stragiudiziale volta alla definizione bonaria della controversia, compresa l’eventuale fase della procedura di mediazione introdotta con il dlgs 28/2010, il tutto oltre anticipazioni debitamente documentate, Cnp e Iva;

2) quanto ad euro ………, per la fase giudiziale di primo grado (sino alla prima udienza di trattazione ex art. 183 c.p.c.) il tutto oltre anticipazioni debitamente documentate, Cnp e Iva

3) quanto ad ………, per la fase giudiziale di primo grado (dalla memoria 183 c.p.c. comprese sino a sentenza) il tutto oltre anticipazioni debitamente documentate, Cnp e Iva.

Le somme sopra menzionate debbono intendersi comprensive di ogni ragione di credito del professionista, ogni altra spesa (contributo unificato di cui al dpr 115/2002, spese di Ctu o Ctp, imposta di registro ecc.), sarà a carico esclusivamente del cliente e dallo stesso pagata direttamente o anticipata al professionista a semplice richiesta scritta.

B) il compenso pattuito è ritenuto da ambo le parti congruo, proporzionato e soddisfacente per l’incarico professionale conferito e liberamente determinato; il Sig. ……… dichiara di essere consapevole ed informato del particolare grado di complessità dell’incarico, e di aver ricevuto tutte le informazioni utili circa gli oneri futuri ipotizzabili.

C) il sig. ……… si impegna a pagare all’Avv. ……… tutti i preavvisi di parcella che questi provvederà ad emettere in acconto o a saldo entro e non oltre, 15 giorni dal ricevimento degli stessi, a tale riguardo le parti convengono le seguenti scadenze di pagamento: ………

Il mancato pagamento costituisce causa di scioglimento del presente contratto ed autorizza il legale nominato all’immediata rinuncia al mandato conferitogli con esonero da ogni responsabilità, salvo gli oneri di comunicazione previsti dal Codice di procedura civile sino alla nomina di altro difensore.

D) il sig. ……… è obbligato a corrispondere al legale l’importo risultante dal presente contratto a prescindere dalla liquidazione giudiziale della spesa e dall’onere di rifusione posto a carico di controparte, nel caso in cui l’importo liquidato dal Giudice fosse superiore a quanto concordemente pattuito, la differenza sarà riconosciuta a favore dell’avvocato.

Il legale è autorizzato dal cliente a farsi versare direttamente dalla controparte le spese legali poste a carico di quest’ultima nonché, a trattenere in compensazione eventuale somme recuperate dalla controparte sino a soddisfazione del proprio credito

E) il professionista potrà delegare per lo svolgimento della prestazione propri collaboratori o sostituti sotto la sua responsabilità;

F) il sig. ……… dichiara di essere stato edotto delle problematiche pertinenti l’incarico professionale conferito e si impegna a mettere a disposizione dell’Avv. …… quanto necessario per esercitare le difese.

G) il caso di raggiungimento di accordo conciliativo il cliente verserà quanto pattuito per l’intera fase processuale in cui avviene la conciliazione, l’ulteriore compenso di ………, oltre CNP e IVA;

H) In caso di recesso rimane l’obbligo di corrispondere al professionista, oltre alle spese sostenute, il compenso pattuito per l’intera fase processuale in cui il recesso viene esercitato ed il 12,5% sull’intero compenso risultante dalla sommatoria degli importi sub 1,2,3 di cui all’articolo A, del presente contratto. Tale penale è stata determinata tenendo conto delle spese generali di organizzazione e gestione dello studio.

Si da atto che il professionista indica di seguito i dati della propria polizza assicurativa……… ……….

Si allegano informativa sulla privacy, informativa sulla mediazione ex Dlgs 28/2010 e copia documenti identificativi del cliente

Firma cliente

Firma Avvocato

Per approvazione espressa della clausola sub B) nella quale si dichiara di essere consapevole ed informato del grado di complessità dell’incarico, e di aver ricevuto tutte le informazioni utili circa gli oneri ipotizzabili.

Firma del cliente

Clausole vessatorie: per approvazione espressa delle clausole C, D, E, F, G, H

Firma del cliente

(Da esaminare con cura e modificare secondo le esigenze dei singoli casi e le nuove disposizioni in materia)


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

2 Commenti

  1. Vorrei proprio conoscere quale cliente è disposto a firmare un contratto così pieno di clausole vessatorie, alcune addirittura vergognose tipo quella che impone al cliente di trasferire all’avvocato la differenza maggiore tra le spese legali decise in sentenza e quelle concordate nel contratto, anche nel caso in cui il cliente non le ricuperi per incapienza del soccombente. Spero che i clienti davanti a simili pretese al limite dell’usura vadano in cerca di operatori più corretti dando inizio alla guerra della concorrenza.

  2. A dire il vero questo contratto tutela il cliente che è libero di firmare o meno, conoscendo esattamente i costi del processo. E’ chiaro che è invece ‘meglio’ per il cliente quando paga all’avvocato 1\10 di un artigiano al quale lo stesso cliente è invece ben disposto a versare lauti compensi…

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI