Diritto e Fisco | Articoli

Cosa copre assicurazione atti vandalici

5 settembre 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 5 settembre 2017



L’assicurazione atti vandalici copre i danni materiali subiti dall’auto in conseguenza di una serie di eventi; vediamo quali.

La classica riga sulla portiera, il fanale spaccato, l’incendio della vettura da parte di manifestanti violenti…nel corso del suo utilizzo, un’automobile non è sottoposta al solo rischio di incidenti stradali, ma anche ai danni cagionati da eventi di altra natura, che non sono poi così infrequenti, e per i quali è bene essere coperti da un’assicurazione.

In questo articolo vedremo cosa copre l’assicurazione per atti vandalici, perché è bene averla e quali costi aggiuntivi comporta.

Cosa sono gli atti vandalici

Per atti vandalici, nel mondo delle assicurazioni, si intendono il danneggiamento, il deturpamento o l’imbrattamento del veicolo, per puro gusto di distruzione.

Esempi di eventi coperti dall’assicurazione auto per atti vandalici sono:

  • danni provocati da sommosse;
  • danni provocati da cortei violenti;
  • danni provocati da tumulti popolari;
  • danni provocati da atti di terrorismo, da sabotaggio e da atti di vandalismo.

In pratica, tutti i costi di riparazione dell’autovettura, qualora i danni siano riconducibili al vandalismo o ad un evento sociopolitico (e non possano essere assolutamente ricondotti alle garanzie di furto e incendio), vengono coperti dall’assicurazione auto per atti vandalici. La compagnia assicurativa, di norma e come già anticipato, riconosce un indennizzo per le sole spese di riparazione sostenute e comprovate da relativa documentazione fiscale. L’assicurazione non opera qualora vi sia stato il coinvolgimento del guidatore nell’atto posto in essere (si pensi a colui che abbia preso parte attivamente all’evento sociopolitico), e comunque in tutta una serie di casi che le condizioni di assicurazione delle varie compagnie individuano in maniera puntuale (e che è sempre opportuno leggere).

Come si attiva la copertura assicurativa sugli atti vandalici

La copertura sugli atti vandalici è una garanzia accessoria, non obbligatoria e non compresa nella polizza RCA (Responsabilità Civile Auto). Per ottenerla è necessario farne espressa richiesta in fase di stipula del contratto per la RCA con la compagnia assicurativa alla quale ci si è rivolti (molte volte, tale garanzia è abbinata alla garanzia contro furto e incendio).

Ogni garanzia accessoria, compresa ovviamente quella per atti vandalici, ha un suo prezzo non compreso nella polizza obbligatoria RCA, che può variare da compagnia a compagnia, anche se molto spesso vengono proposti dei pacchetti molto convenienti, specie per i nuovi assicurati.

Una menzione a parte merita l’applicazione di una franchigia (variabile per ogni compagnia assicurativa)

La franchigia, salvo limitazioni, prevede che una quota del danno subito dall’auto rimanga a carico dell’assicurato

Qualora sia prevista una franchigia, il costo della polizza sarà comunque inferiore.

Quali documenti servono per attivare l’assicurazione

I documenti necessari per richiedere la garanzia accessoria per atti vandalici sono gli stessi che occorrono per la stipula di un contratto di assicurazione. Questa garanzia opzionale, infatti, deve essere aggiunta al momento della firma del contratto, e il pagamento avviene contestualmente al pagamento dell’assicurazione RCA stessa. Pertanto, sono necessari i seguenti documenti:

  • La carta d’identità (o la patente) dell’assicurato, utile per la compilazione della parte del contratto relativa ai dati anagrafici;
  • Il libretto di circolazione, necessario in quanto attesta l’avvenuta immatricolazione dell’auto e la proprietà del mezzo;
  • L’attestato di rischio, indispensabile per visualizzare la storia assicurativa del guidatore e il numero di incidenti che ha causato o subito negli ultimi 5 anni.
Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. Gli atti vandalici e gli eventi socio politici ( questi ultimi i danni causati durante manifestazioni o sommosse ) non sempre vengono concessi assieme: è bene controllare che siano presenti entrambe le garanzie.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI