Diritto e Fisco | Articoli

Se vendo quadri online posso comunicare le loro quotazioni?

23 Settembre 2017
Se vendo quadri online posso comunicare le loro quotazioni?

Ho ricevuto via mail delle quotazioni da parte di alcune case d’asta per dei quadri che voglio vendere online: posso scrivere nell’annuncio la quotazione via mail che ho ricevuto dalle case d’asta?

Sono innanzitutto necessarie due precisazioni:

  • la vendita di opere d’arte, ove si trattasse di opere incluse dallo Stato, pur se possedute da privati, fra i beni di notevole interesse storico-artistico, è soggetta alla normativa del codice dei beni culturali [1] che prevede rigide norme per poter validamente porre in vendita beni di questo tipo (con correlate sanzioni in caso di inottemperanza), fra le quali anche un diritto di prelazione sull’acquisto a favore dello Stato;
  • la vendita on line (cioè a distanza) di beni mobili è comunque soggetta alla normativa sulle vendite a distanza [2] (che prevede, tra l’altro, diritto di recesso e obblighi informativi).

Ciò premesso, ipotizzando (come è probabile) che le stime del valore dei quadri dal lettore posseduti siano state eseguite da esperti stimatori e poiché tale professione è usualmente vincolata al segreto professionale (giusta codice deontologico dell’Unione Europea degli esperti d’arte – comunque vincolante per i soli aderenti) e poiché, comunque, le stime di opere d’arte sono prestazioni professionali rese ai soli richiedenti e non destinate alla diffusione, onde evitare ogni tipo di problema, si consiglia al lettore di contattare la casa d’asta che ha svolto le perizie per farsi autorizzare per iscritto a diffondere a terzi, con ogni mezzo, la stima eseguita accompagnata dall’indicazione di chi l’abbia eseguita.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Angelo Forte


note

[1] D. lgs. n. 42 del 22.01.2004.

[2] Di cui al d. lgs. n. 206 dello 06.09.2005.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube