HOME Articoli

Lo sai che? Dove studiare diritto internazionale

Lo sai che? Pubblicato il 6 settembre 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 6 settembre 2017

Il diritto internazionale è una disciplina affascinante ed attuale, che può studiarsi su manuali e compendi: confrontiamoli.

Il diritto internazionale , materia universitaria del corso di laurea in giurisprudenza ma prevista anche in altre facoltà, è un ambito del diritto che ha ad oggetto la disciplina giuridica dell’ordinamento internazionale, in quanto fattore essenziale di regolazione delle relazioni e dei conflitti della società internazionale. Suddiviso in diritto internazionale pubblico e diritto internazionale privato, generalmente all’università la categoria diritto internazionale viene identificata col diritto internazionale pubblico, in quanto il diritto internazionale privato costituisce un esame a se stante. Ma dove studiare diritto internazionale?

Diritto internazionale: cosa studia

Il diritto internazionale è una materia affascinante, complessa e di sicura attualità, in special modo in un contesto contemporaneo in cui il ruolo delle sovranità internazionali ed i rapporti fra stati sono quotidianamente al centro dell’attenzione sociale e mediatica.

Il diritto internazionale analizza anzitutto i soggetti di diritto internazionale, pertanto gli stati e le organizzazioni, studiandoli anche in relazione alla soggettività e al trattamento degli individui (diritti umani, normativa sugli stranieri, repressione dei crimini internazionali). Comprende inoltre le fonti del diritto internazionale (principi generali, diritto dei trattati, consuetudini), il rapporto tra ordinamento internazionale e ordinamento interno e la responsabilità internazionale degli stati, nonché una parte più processuale, riguardante la soluzione delle controversie e le giurisdizioni internazionali. A seconda del docente, si può approfondire qualche aspetto particolare, come ad esempio il diritto internazionale umanitario o penale, oppure il diritto internazionale dell’ambiente, dell’economia ed il diritto internazionale del mare.

Diritto internazionale: manuali e compendi

Attualmente sono molto usati nella aule universitarie due testi. Il primo è il manuale «diritto internazionale», autore Benedetto Conforti (Editoriale Scientifica, 500 pagine).

Il secondo è il manuale di Vincenzo Cannizzaro «diritto internazionale» (Giappichelli, 544 pagine).

Sono entrambi testi approfonditi e completi, che permettono di formarsi una adeguata preparazione sulla materia.

Un po’ datato ma famoso nella facoltà di giurisprudenza ed ancora usato per approfondire la materia o avere un taglio differente, ampliando le proprie competenze magari utilizzando due testi, è il libro «diritto internazionale» di Antonio Cassese (Il Mulino, 429 pagine). L’edizione, curata da Paola Gaeta, è aggiornata agli sviluppi della dottrina e della giurisprudenza sovranazionale, e si sviluppa attraverso un’ottica non solo giuridica ma anche storica, sociale e politica.

Un altro testo molto utilizzato, non soltanto per la preparazione dell’esame di diritto internazionale all’università ma anche per la preparazione di concorsi pubblici è il «Manuale di diritto internazionale pubblico» di Federico del Giudice (Edizioni Simone, 400 pagine). Dello stesso autore, la casa editrice Simone propone anche il libro «Compendio di Diritto Internazionale» (336 pagine), che avendo una trattazione più sintetica con analisi ragionata degli istituti, box di approfondimento giurisprudenziale e dottrinale ed una parte appositamente dedicata alle domande più ricorrenti in sede d’esame o di concorso può essere un valido strumento per chi ha poco tempo o vuole ripassare con rapidità.

note

Autore immagine: Pixabay.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI