| Articoli

Dove inserire spese affitto nel 730

7 settembre 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 7 settembre 2017



Detrazioni fiscali spettanti agli inquilini per gli affitti pagati.

L’inquilino che sostiene le spese per l’affitto della casa di abitazione principale ha diritto a una detrazione fiscale. Le detrazioni fiscali sono diverse a seconda del tipo di contratto di locazione (affitto) e sono proporzionate al reddito del contribuente.

Per tutti i tipi di contratto di locazione

  • 300 euro per redditi non superiori a 15.493,71 euro;
  • 150 euro per i redditi tra 15.493,72 e 30.987,41 euro.

Queste spese vanno indicate nel modello 730 al rigo E71 con il codice 1.

Contratti di locazione a canone convenzionato

Si tratta di contratti di locazione di immobili adibiti ad abitazione principale, stipulati o rinnovati sulla base di appositi accordi definiti in sede locale fra le organizzazioni della proprietà edilizia e le organizzazioni dei conduttori maggiormente rappresentative a livello nazionale.

Le detrazioni ammontano a:

  • 495,80 euro per i redditi non superiori a 15.493,71 euro;
  • 247,90 euro per quelli compresi tra 15.493,72 e 30.987,41 euro.

Queste spese vanno indicate nel modello 730 al rigo E71 con il codice 2.

Contratti di locazione stipulati dai giovani per l’abitazione principale

Questa detrazione spetta ai giovani di età compresa fra i 20 e i 30 anni, che hanno stipulato un contratto di locazione per immobili da destinare a propria abitazione principale.

Il requisito dell’età è soddisfatto se ricorre anche per una sola parte dell’anno in cui si intende fruire della detrazione.

È necessario che l’immobile affittato sia diverso dall’abitazione principale dei genitori.

La detrazione spetta per i primi tre anni dalla stipula del contratto.

La detrazione ammonta a 991,60 euro e spetta se il reddito complessivo non supera 15.493,71 euro.

Queste spese vanno indicate nel modello 730 al rigo E71 con il codice 3.

Affitto degli alloggi sociali e case popolari Ater

Le spese sostenute per l’affitto degli alloggi sociali, quindi, delle case popolari Ater (ex Iacp) e del Comune, danno diritto a una detrazione Irpef.

La detrazione spetta ai titolari di contratti di locazione di alloggi sociali adibiti alla propria abitazione principale.

La detrazione è pari a:

  • 900 euro per i redditi complessivi fino a 15.493,71;
  • 450 euro per i redditi complessivi da 15.493,71 e fino a 30.987,41 euro.

Queste spese vanno indicate nel modello 730 al rigo E71 con il codice 4.

Contratti di locazione stipulati dai lavoratori dipendenti che trasferiscono la residenza per motivi di lavoro

La detrazione sulle spese di affitti pagate da questi lavoratori ammonta a:

  • 991,60 euro se il reddito complessivo non supera 15.493,71 euro;
  • 495,80 euro per i redditi complessivi da 15.493,71 e fino a 30.987,41 euro.

Per poter avere questa detrazione sulle spese di affitto, occorre che il lavoratore dipendente abbia i seguenti requisiti:

  • aver trasferito della propria residenza nel comune di lavoro o in un comune limitrofo;
  • – che il nuovo comune si trovi ad almeno 100 chilometri di distanza dal precedente e comunque al di fuori della propria regione;
  • – che il trasferimento della residenza nel nuovo comune sia stata effettuata da meno di 3 anni dalla richiesta della detrazione.

Queste spese vanno indicate nel modello 730 al rigo E72.

Una ulteriore diversa detrazione spetta agli studenti universitari per i gli affitti pagati per l’alloggio fuori sede.

Contratti di locazione stipulati dagli studenti universitari fuori sede

Gli studenti universitari fuori sede hanno diritto a detrarre dalle tasse il canone di affitti pagato per l’alloggio.

Hanno diritto a questa detrazione gli studenti universitari che frequentano università in comuni diversi da quelli della residenza e agli studenti fuori sede che frequentano università appartenenti a paesi dell’Unione Europea.

La detrazione ammonta al 19% del canone di affitto pagato, con un massimo di 2.633 euro.

La detrazione spetta anche al genitore che la paga nell’interesse dei figli a carico e anche se il contratto di locazione è intestato al genitore.

Se il figlio è a carico di entrambi i genitori e il contratto è intestato al figlio, la detrazione spetta ad entrambi i genitori al 50%, mentre se il contratto è intestato al genitore la detrazione spetta al genitore al quale è intestato.

Ci sono poi particolari condizioni per poter usufruire della detrazione:

  • – l’immobile in affitto deve essere nello stesso comune in cui ha sede l’università frequentata dallo studente o almeno in un comune limitrofo;
  • – l’immobile deve essere distante almeno 100 Km dal comune di residenza o in alternativa deve trovarsi in una provincia diversa.

Per calcolare la distanza, occorre fare riferimento a qualsiasi strada o ferrovia che va dalla città di residenza a quella in cui è situata l’università. Se almeno uno di questi collegamenti risulta uguale o superiore a 100 chilometri, la spesa affitto è detraibile.

I canoni di affitto possono riferirsi a contratti di locazione, ma anche a contratti di ospitalità, a atti di assegnazione in godimento o locazione, stipulati con enti per il diritto allo studio, università, collegi universitari legalmente riconosciuti, onlus e cooperative.

Non sono detraibili i canoni pagati per la sublocazione (cessione della camera in affitto).

La spesa per i canoni di locazione di studenti fuori sede va indicata nel modello 730, righi da E8 a E10, con il codice 18.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. buongiorno
    correggete la detrazione per “Affitto degli alloggi sociali e case popolari Ater” , le 900 €uro erano detraibili nel triennio 2014 al 2016 , non è stata modificata la legge di proroga , quindi le detrazioni si ridimensionano a 300 €uro.
    Grazie dell’attenzione

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI