Diritto e Fisco | Articoli

Se il treno fa ritardo chi risarcisce lo stress?

7 Settembre 2017
Se il treno fa ritardo chi risarcisce lo stress?

Nessun risarcimento per il ritardo o per la cancellazione della corsa salvo la possibilità di prendere il treno successivo se l’utente non dimostra un danno effettivo e concreto.

Niente danni a chi, per colpa del treno, subisce solo lo stress del ritardo. Secondo una recente sentenza della Cassazione [1], al di là del rimborso del prezzo del biglietto, nulla è dovuto all’utente in assenza di valide prove. E la prova può consistere, ad esempio, nella perdita di una coincidenza e la rinuncia a una vacanza o a un importante appuntamento di lavoro; oppure l’aver dovuto sopportare le spese di soggiorno in una località sperduta per non essere arrivati in tempo per prendere la successiva corsa. Insomma, la Corte ricorda che il danno da stress non trova spazio nel nostro ordinamento.

La Cassazione respinge il ricorso di un pendolare contro Trenitalia per i danni causati dai ritardi del treno preso quotidianamente per andare al lavoro. Per la Cassazione il danno esistenziale da stress non è, come affermava il ricorrente, automatico, ma va provato, cosa che nel caso esaminato mancava. Tuttavia la Suprema corte ricorda che il risarcimento del danno derivato al viaggiatore dal ritardo, dalla soppressione del treno, dalla mancata coincidenza o da interruzioni del servizio, deve avvenire alle condizioni prescritte da un vecchissimo Regio Decreto del 1934 [2], tuttora in vigore ossia avvalendosi di un treno successivo per effettuare o proseguire il viaggio oppure rimborsando il prezzo corrisposto.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube