Diritto e Fisco | Articoli

Legge 104: e se mi obbligano a mansioni che non posso svolgere?

24 Settembre 2017


Legge 104: e se mi obbligano a mansioni che non posso svolgere?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 24 Settembre 2017



Sono stato trasferito. Sono portatore di handicap in base alla legge 104. Mi vogliono obbligare a delle mansioni che comportano l’uso del pc ma io non riesco a usare la tastiera. Che fare?

La commissione medica dell’Usl allora competente, all’esito della relativa visita ebbe a rilevare l’handicap in situazione di non gravità ma comunque tale da ritenerlo causa di difficoltà di integrazione lavorativa in quanto consistente in una minorazione stabilizzata e non rivedibile. È, quindi, logico e verosimile ritenere che alla data odierna la condizione fisica personale del lettore è rimasta invariata nonostante siano oramai trascorsi molti anni dal predetto accertamento medico-legale. Quanto al provvedimento dell’ufficio tecnico del Comune, si ritengono rilevanti due circostanze ben precise. In primis, nella premessa vi è un esplicito riferimento a una disponibilità parziale e temporanea; inoltre, nella parte dispositiva si legge “fino a nuove disposizioni”. Ciò premesso, sembrerebbe che il lettore alla data odierna abbia prestato la propria attività lavorativa per oramai quasi sei mesi in esecuzione delle disposizioni/condizioni stabilite dal predetto provvedimento. Per questo motivo, in virtù delle considerazioni fin qui svolte, potrebbe ora essere utile e opportuno rappresentare nel dettaglio all’ufficio tecnico in questione le quotidiane difficoltà cui ha dovuto far fronte in questo semestre nello svolgimento delle mansioni presso gli Uffici della 2^ Area Amministrativa con conseguente diminuzione di produttività. Tali motivazioni potrebbero, quindi, essere alla base di una giustificata richiesta di modifica delle disposizioni del provvedimento de quo con conseguente assegnazione esclusiva del lettore agli Uffici della 5^ Area Tecnica dove poter svolgere le mansioni per le quali è in effetti in servizio in quanto compatibili con la propria accertata condizione fisica; ciò anche e soprattutto al fine di ottimizzare la produttività del lettore e, per l’effetto, dell’Amministrazione Comunale.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Alessandro Marescotti


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI