Ottava salvaguardia esodati, chiesta la proroga

12 settembre 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 12 settembre 2017



Pensionamento anticipato per gli esodati fuori dall’ultima salvaguardia: speranza per 17mila esclusi dal beneficio.

Ci sono ancora posti liberi per chi vuole aderire all’ottava salvaguardia: l’Inps, difatti, ha attualmente accolto soltanto 13 mila domande da parte degli esodati, nonostante i posti a disposizione siano oltre 30mila.

A tal proposito sarà a breve presentata un’interrogazione parlamentare [1], da parte dell’On. Rizzetto, finalizzata ad ampliare la platea di beneficiari dell’ultima salvaguardia. In particolare, nell’interrogazione si chiede di censire il numero degli esodati impossibilitati a pensionarsi perché la decorrenza della prestazione matura dopo il 6 gennaio 2019 (6 gennaio 2018 per i lavoratori a termine e per gli autorizzati ai contributi volontari senza versamenti) per prorogare, di conseguenza, la data di accesso al pensionamento.

In pratica, considerando i posti ancora liberi per l’ottava salvaguardia, si vorrebbe estendere questo beneficio che, ricordiamo, consente di pensionarsi con i requisiti precedenti alla Legge Fornero, a coloro che ne sono stati esclusi per colpa dell’adeguamento dei requisiti alla speranza di vita.

Resterebbero fuori dalla proroga della salvaguardia, invece, coloro che non hanno contributi sufficienti per la pensione e i lavoratori non realmente esodati, il cui rapporto di lavoro, cioè, risulta terminato dopo la legge Fornero (ossia dopo il 31 dicembre 2011, a meno che la cessazione dell’attività non sia stata preceduta da accordi aziendali, da periodi di cassa integrazione guadagni straordinaria o da altri ammortizzatori sociali).

Per capire meglio l’importanza della nuova proposta, però, dobbiamo fare un breve passo indietro e riassumere il funzionamento dell’ottava salvaguardia.

Come funziona l’ottava salvaguardia

L’ottava salvaguardia, come anticipato, è un importante beneficio che consente a determinate categorie di lavoratori di pensionarsi con i requisiti precedenti alla Legge Fornero, aumentati secondo gli adeguamenti alla speranza di vita; la decorrenza della pensione non è immediata, ma devono essere applicate le vecchie finestre mobili.

In particolare, i requisiti per la pensione anteriori alla Legge Fornero, con gli adeguamenti alla speranza di vita sono, nel triennio 2016-2018:

  • per la pensione di anzianità, possesso della quota 97,7 (la quota è la somma di età e contributi), con un’età minima di 61 anni e 7 mesi,ed almeno 35 anni di contributi (si applica una finestra di attesa tra la maturazione dei requisiti e la decorrenza della pensione pari a 12 mesi);
  • in alternativa, possesso di 40 anni di contributi (la finestra applicata in quest’ipotesi è di 15 mesi);
  • per la pensione di vecchiaia (alla quale si applica una finestra di 12 mesi), sono necessari:
    • 20 anni di contributi (15 per i beneficiari della Deroga Amato);
    • 65 anni e 7 mesi di età per gli uomini e le dipendenti pubbliche;
    • 61 anni e 1 mese per le lavoratrici dipendenti del settore privato).

Per chi possiede anche contribuzione da lavoro autonomo, oltreché contributi da lavoro dipendente, i requisiti per la pensione anteriori alla Legge Fornero sono:

  • possesso della quota 98,7, con un minimo di 62 anni e 7 mesi di età ed almeno 35 anni di contributi (la finestra, in questo caso, è di 18 mesi);
  • possesso di 40 anni di contributi (in quest’ipotesi, la finestra è di 21 mesi);
  • possesso di 65 anni e 7 mesi d’età (61 anni e 1 mese per le lavoratrici), assieme a 20 anni di contributi, ( la finestra applicabile è di 18 mesi).

Chi può accedere all’ottava salvaguardia

Vediamo ora quali sono le categorie di lavoratori che possono accedere all’ultima salvaguardia, ed entro quando deve essere collocata la decorrenza della pensione:

  • lavoratori in mobilità o in trattamento speciale edile: per accedere, gli interessati devono:
    • risultare cessati dall’attività lavorativa entro il 31 dicembre 2012
    • perfezionare, anche mediante il versamento di contributi volontari, entro 36 mesi dalla fine del periodo di fruizione dell’indennità di mobilità o del trattamento speciale edile, i requisiti pensionistici “pre- Fornero”; (per approfondimenti, si veda: Guida all’ottava salvaguardia);
  • prosecutori volontari della contribuzione:
    • se in possesso di autorizzazione al versamento volontario dei contributi precedente al 4 dicembre 2011, con almeno un contributo volontario versato al 6 dicembre 2011, la maturazione della pensione deve essere raggiunta entro il 6 gennaio 2019;
    • se in possesso di autorizzazione alla prosecuzione volontaria dei contributi entro il 4 dicembre 2011, senza contributi volontari accreditati o accreditabili al 6 dicembre 2011, ma con almeno un contributo da lavoro effettivo accreditato tra il primo gennaio 2007 e il 30 novembre 2013, la maturazione della pensione deve essere raggiunta entro il 6 gennaio 2018;
  • cessati dal servizio: per tale categoria, la decorrenza della pensione deve collocarsi entro il 6 gennaio 2019;
  • lavoratori in congedo per assistenza a figli disabili: il beneficio dell’ottava salvaguardia è stato riservato ai soli lavoratori in congedo per assistenza ai figli disabili nel 2011; la decorrenza della pensione deve collocarsi entro il 6 gennaio 2019;
  • lavoratori a tempo determinato: per tale categoria, è necessario aver cessato il rapporto di lavoro tra il primo gennaio 2007 e il 31 dicembre 2011, non essere stati rioccupati a tempo indeterminato e non appartenere al settore agricolo o possedere la qualifica di stagionali; la decorrenza della pensione deve collocarsi entro il 6 gennaio 2018.

note

[1] Int. Parl. N. 5-11470.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI