Diritto e Fisco | Articoli

Neve dal tetto del palazzo sull’auto: condominio responsabile

12 Settembre 2017


Neve dal tetto del palazzo sull’auto: condominio responsabile

> Diritto e Fisco Pubblicato il 12 Settembre 2017



Se cade neve dal cornicione o dal tetto spiovente dell’edificio sul tettuccio dell’auto danneggiandola il condominio è responsabile.

È un pomeriggio invernale molto rigido. Sta nevicando da qualche ora e sei tornato prima dal lavoro per non rimanere bloccato. Lasci l’auto nel cortile del condominio, nel posto che ti è stato assegnato, in corrispondenza di un cornicione dello stabile. Dal cielo cadono fiocchi copiosi e grossi che, in pochi minuti, ricoprono le strade. Con un po’ di fanciullesco entusiasmo per il paesaggio bianco, vai a letto nella speranza, il giorno dopo, di poter andare a fare almeno la spesa. Il mattino successivo, nel recarti in giardino e scrollare la neve che ha coperto la tua auto, ti accorgi che il tettuccio è ammaccato. La causa è il peso di una grossa quantità di neve caduta dal cornicione e dal tetto del palazzo. Chi ti paga? Non certo l’assicurazione perché il danno non si riferisce alla circolazione né hai contratto una polizza speciale. La soluzione la offre il tribunale di Potenza con una sentenza di qualche mese fa [1]: per la neve caduta dal tetto del palazzo sull’auto è responsabile il condominio.

Perché mai il condominio risarcisce il proprietario della vettura danneggiata dalla neve caduta dal cornicione anche se le precipitazioni sono intense? Esiste una norma, contenuta nel codice civile [2] che attribuisce la «responsabilità oggettiva» – ossia a prescindere da colpa o malafede – al proprietario di un oggetto che abbia determinato danni a terzi. Come appunto il tetto del palazzo da cui sia caduto un vaso di fiori, un pezzo di cemento, una tegola, una grondaia pericolante, un grosso quantitativo di neve. Il condominio è infatti tenuto ad adottare tutte le misure necessarie per non arrecare pregiudizio agli altri come, ad esempio, invitare i condomini a parcheggiare lontano dalle superfici spioventi dell’edificio nei giorni ove la neve può essere più copiosa. Oppure prevedere dei sistemi di scolo o di sgombero della neve.

Non solo. Il condominio è responsabile per il tettuccio dell’auto danneggiato dalla neve caduta dal tetto o dal cornicione anche se le precipitazioni sono state particolarmente intense e copiose. Una responsabilità che scatta in automatico, in assenza di una prova contraria che dimostri che è stato fatto di tutto per impedire il danno. È vero che il codice civile esclude la responsabilità del proprietario del bene se prova che l’evento è stato determinato da «caso fortuito», ma a detta della giurisprudenza, una nevicata, per quanto forte, non può mai considerarsi un fatto eccezionale (lo potrebbe invece essere un terremoto che, di certo, non si verifica tutti gli inverni).

note

[1] Trib. Potenza, sent. n. 551/2017.

[2] Art. 2051 cod. civ.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI