Business | Articoli

Milleproroghe: 900 posti nella Polizia penitenziaria

19 Febbraio 2017
Milleproroghe: 900 posti nella Polizia penitenziaria

E le altre modifiche introdotte al decreto Milleproroghe passato ieri al Senato, dai ricercatori Istat ai concorsi per Istituto Superiore di Sanità.

Il cosiddetto decreto Milleproroghe è stato approvato due giorni fa al Senato. In attesa del vaglio finale della Camera e della conversione, prevista per il 28 febbraio, vediamo tutte le modifiche apportate dal provvedimento.

Nuovi concorsi nella pubblica amministrazione

Nel testo del decreto, che ha recepito tutte le principali modifiche apportate in commissione Affari costituzionali, trovano spazio anche i nuovi concorsi per l’accesso ad alcune aree della pubblica amministrazione, nonché proroghe circa la scadenza di alcuni contratti. In particolare si aprono nuovi scenari per i ricercatori Istat, rimandando la cessazione del contratto al momento di conclusione delle procedure di concorso, seppur non oltre il 2019. Salgono le probabilità di concorso per l’Istituto Superiore Sanità, mentre, d’altra parte, salta di un anno il termine per i nuovi concorsi per la carica di dirigente nelle Agenzie Fiscali.

Importanti novità invece nell’amministrazione penitenziaria, che potrà assumere ben 887 agenti tramite lo scorrimento delle graduatorie.

Ecco tutti i dettagli

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
Polizia penitenziariaL’amministrazione penitenziaria è autorizzata ad assumere 887 agenti tramite lo scorrimento delle graduatorie
Istituto superiore di sanitàL’Istituto superiore di sanità potrà bandire concorsi per l’assunzione a tempo indeterminato di 230 persone
Ricercatori

Istat
La scadenza dei contratti dei ricercatori Istat è prorogata fino alla conclusione delle procedure di concorso per l’assunzione e comunque non oltre il 31 dicembre 2019
Governance CovipLa durata del mandato del presidente e degli altri due componenti Covip passa da quattro a sette anni senza possibilità, però, di rinnovo
Agenzie

Fiscali
Proroga (dal 31 dicembre 2016 al 31 dicembre 2017) il termine entro il quale le Agenzie fiscali possono espletare nuovi concorsi per dirigenti


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

3 Commenti

  1. Per entrare a far parte del Corpo di Polizia Penitenziaria, il presupposto di fatto costituito dalla presenza di tatuaggi è, di per sé, circostanza neutra, che acquista, tuttavia, una sua specifica valenza, ai fini della esclusione dall’arruolamento, quando essi siano collocati ‘sulle parti del corpo non coperte dall’uniforme’, ovvero siano per natura o sede ‘deturpanti’ o ‘indice di personalità abnorme’. Si tratta di due distinte fattispecie di inidoneità, la prima di carattere autonomo, la seconda composta da due diverse categorie.La detta visibilità deve presentare una certa evidenza, ovvero deve determinare l’impossibilità del tatuaggio di essere coperto indossando la divisa

  2. Il Tribunale ha ritenuto che un tatuaggio sul dorso del piede, ormai in fase di rimozione, non costituisce motivo per l’esclusione di una candidata dal corso per agente allievo del Corpo di Polizia Penitenziaria

  3. L’esclusione da un concorso, indetto per l’assunzione nelle Forze dell’ordine, è illegittima laddove sia dovuta alla presenza, sulla gamba del concorrente escluso, di residui di un tatuaggio, già rimosso con tecnica laser e pressoché non visibile con l’uso delle calze.

Rispondi a DAVIDE Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube