HOME Articoli

Lo sai che? Che significa Ex prima di un articolo di legge?

Lo sai che? Pubblicato il 17 settembre 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 17 settembre 2017

Ex articolo: non significa che ci si riferisce a una norma precedente e ormai abrogata, ma al contrario che la stessa è ancora in vigore.

Ogni volta che un avvocato o un documento cita un articolo di legge ecco che, prima del numero e della data, appare la parola «ex». Ad esempio «Ex art. 4 Statuto dei lavoratori», «Ex art. 24 della Costituzione», «ex art. 2043 cod. civ.», «ex comma 566 art. 1 Legge di Stabilità», e così via.

Ora, nel linguaggio comune, la parola «ex» sta a indicare qualcosa che non c’è più e che è stata sostituita da qualcos’altro. L’ex è la fidanzata ormai rimpiazzata da una con cui si va più d’accordo, è la vecchia abitazione di residenza più piccola, la precedente auto ormai rottamata. È “ex” anche il posto di lavoro quando si viene licenziati o si ottiene un contratto più vantaggioso in un’altra azienda. Cosa sta a significare allora quell’ «ex» davanti alla legge? Che la norma è stata abrogata, che non è più in vigore, per cui «ex» si riferisce alla legge precedente e non a quella attuale? Affatto. Anzi, l’esatto contrario. Cerchiamo quindi di capire che significa ex prima della citazione di un articolo di legge o di un codice.

Per comprendere che significa «ex» prima di una norma è bene risalire all’epoca dei latini. Un passo di oltre 2.000 anni fa, alla faccia di chi dice che quella parlata dai romani è una lingua ormai morta. Per gli antichi, «ex» indicava (e indica tutt’ora, per chi ancora ama parlare in latino) la «provenienza». Alla lettera, «ex» significa «da».

Quindi, ex prima di un articolo di legge indica da dove proviene una norma o un argomento giuridico. Se un avvocato dice che «Tutti i cittadini sono uguali ex art. 3 Cost.» significa che la norma che regola il principio di uguaglianza è contenuta appunto nell’articolo 3 della Costituzione. Se un testo riporta una frase come la seguente: «Il responsabile del danno deve pagare il risarcimento ex art. 2043 cod. civ.» significa che in tale articolo del codice è possibile trovare la regola che disciplina, appunto, l’obbligo del risarcimento.

In sintesi, quando si parla di un diritto e si dice «ex art. … legge n …» vuol dire che è possibile trovare l’affermazione di tale diritto in detto articolo e in detta legge. Legge che ovviamente non è «ex» nel senso che è stata sostituita e non vale più, ma anzi che è ancora in vigore.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI