News Concorsone unico per sostituire 500mila dipendenti pubblici pensionati

News Pubblicato il 18 settembre 2017

Articolo di




> News Pubblicato il 18 settembre 2017

Maxi concorso unico per la sostituzione di mezzo milione di lavoratori della pubblica amministrazione pensionati.

Mezzo milione di posti di lavoro: è questo il numero di posizioni libere che si verrà a creare da qui a quattro anni, col pensionamento “di massa” dei dipendenti pubblici. I pensionamenti dei lavoratori della Pa non sono mancati nemmeno in questi anni, ma sono stati rallentati dall’aumento dei requisiti per l’uscita dal lavoro voluto dalla legge Fornero.

Considerando che, sinora, soltanto pochissime delle posizioni pubbliche libere sono state rimpiazzate (si pensi all’Inps, il cui ultimo maxi concorso risale a una decina di anni fa, nonostante i pensionamenti siano circa 100 ogni mese), i 500mila pensionati dei prossimi anni dovranno essere sostituiti con nuove assunzioni. Un’occasione straordinaria, come precisato dal sottosegretario alla pubblica amministrazione Angelo Rughetti, per abbassare l’età media e rinnovare l’apparato amministrativo.

Le nuove assunzioni, però, non avverranno con concorsi “ a macchia di leopardo”, ma con un concorsone unico, che servirà a programmare le assunzioni della Pa, vincolandole ad un piano dei fabbisogni con cadenza triennale: è quanto previsto dal decreto attuativo della riforma Madia sulle procedure di reclutamento dei dipendenti pubblici.

Ma procediamo per ordine e cerchiamo di fare chiarezza sul nuovo concorsone unico.

Come funzionerà il concorsone unico

Secondo i provvedimenti attualmente allo studio, il concorsone consisterà in un bando unico triennale per le nuove assunzioni, che potrà essere indetto soltanto dalle amministrazioni centrali, come ministeri, Inps ed Inail.

In pratica, mentre ad oggi ogni amministrazione può indire il suo concorso, col nuovo decreto soltanto le amministrazioni centrali potranno farlo. In ogni caso, perché un’amministrazione possa assumere dovrà essere elaborato un piano di fabbisogno triennale.

Il personale assunto col concorsone unico verrà dunque assegnato, in conformità alle previsioni del piano triennale, alle amministrazioni che dimostreranno di avere una maggiore necessità di aumentare l’organico.

Valutazione dei candidati

Nella valutazione dei candidati avranno molta importanza la conoscenza della lingua inglese (sarà valutata anche una seconda lingua a scelta del candidato) e dell’informatica; avranno rilevanza, comunque, non soltanto i risultati delle prove scritte e del colloquio, ma anche l’esperienza professionale acquisita da chi ha avuto rapporti di lavoro flessibile con un’amministrazione pubblica.

Non potrà essere valutato, invece, il servizio svolto presso uffici di diretta collaborazione degli organi politici. In ogni caso, si dovrà garantire un accesso adeguato dall’esterno, considerando che per i precari storici è stata già prevista la stabilizzazione (per i requisiti, si veda: Assunzione lavoratori pubblici, che cosa cambia).

Per chi non vale il concorsone unico

Resteranno fuori dal maxi concorso unico tre importanti settori: scuola, forze dell’ordine e militari, per via della particolarità dei requisiti di accesso richiesti.

Per i docenti, in particolare, è previsto un iter molto lungo, che parte da un concorso-corso e prosegue con un periodo di tirocinio, sino ad arrivare all’immissione in ruolo dopo ulteriori 2 anni di supplenze (per saperne di più: Come funziona il concorso-corso docenti).

Precari e idonei ai precedenti concorsi

Resta, per ora, in sospeso la situazione dei 40mila precari della Pa, ai quali comunque il decreto Milleproroghe  prevede di prolungare il contratto, e dei 4500 vincitori e 151mila idonei dei precedenti concorsi, che potrebbero essere scavalcati dai vincitori del nuovo concorsone.

Per quanto riguarda i precari, considerando che, come anticipato, i servizi svolti presso la Pa saranno rilevanti al fine del concorsone, è molto probabile che sarà assegnato un punteggio in proporzione al servizio svolto.

Per quanto concerne gli idonei, invece, al momento non è stata prospettata alcuna ipotesi al riguardo.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

6 Commenti

  1. Una volta fatto il Piano dei fabbisogni triennale, prima di fare il concorsone attiveranno una mobilità nazionale tra le amministrazioni?
    Per la mobilità, è necessario il nulla osta anche da parte dell’ amministrazione cedente. La riforma prevedeva l’ eliminazione di questo ostacolo, ma per ora c’è ancora.
    Quando cambieranno veramente le cose?

  2. Ci sono date già programmate per questo maxi concorso? Dove si può reperire la modulistica ed il relativo bando?

  3. Il concorsone è stato preannunciato come procedura unica per attuare i nuovi reclutamenti con un minore dispendio di risorse; al momento manca la normativa attuativa, speriamo che questo maxi reclutamento sia indetto al più presto perché ce n’è davvero bisogno! Da troppi anni ormai i dipendenti pubblici pensionati non vengono rimpiazzati

    1. che servano d’avvero ho i miei dubbi.
      Visto il numero elevato di personale che marcavano il cartellino e poi non andavano al lavoro e tutto funzionava normalmente, non capisco dove serva questa gente .
      Hanno accorpato province comunità montane forestali ecc. ecc per risparmiare e non parliamo dell’abolizione di Equitalia dove il personale è passato tutto all’agenzia delle entrate senza che al contribuente sia cambiato una virgola sul piano delle spese e dei costi.

      1. Ma le tue opinioni vengono da cronache di TV , visto gli esempi , il numero ” elevato ” del personale disonesto in percentuale del totale dei lavoratori non è poi tanto elevato: Io ho lavorato presso la PA e posso dire ,sulla mia pelle , che il personale era all’osso ,ora sono in pensione da 5 anni ed ogni anno le mie colleghe e colleghi stanno sempre peggio.Sono 20 anni e più che non fanno concorsi pubblici !! Certo che dal di fuori, per chi guarda solo le figure, le opinioni a casaccio si sprecano!!!

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI