Diritto e Fisco | Articoli

Dove nascondere i contanti

19 settembre 2017


Dove nascondere i contanti

> Diritto e Fisco Pubblicato il 19 settembre 2017



Ecco dove mettere i contanti al riparo dalla tassazione e dagli accertamenti dell’Agenzia delle Entrate.

Quando pensi al tuo gruzzoletto di contanti stai certamente pensando a qualche migliaio di euro (non certo di più), frutto di qualche lavoretto in nero a un amico, ad un regalo ricevuto dai genitori, alla vincita al poker la sera. Versare questa somma in banca, tutta in una volta o anche con piccole e ripetute operazioni, ti spaventa per ovvie ragioni: si tratta infatti di un importo non in linea con il reddito che dichiari e un giorno l’Agenzia delle Entrate potrebbe chiedertene la provenienza. In quel caso, non sapendo come giustificare il versamento, l’accertamento fiscale e la tassazione dei risparmi sarebbe più che scontata. Non resta che nascondere i contanti da qualche parte. Ma nel tuo quartiere ci sono stati, di recente, numerosi furti e la vecchia idea di mettere i soldi sotto la fodera del divano, dentro la zip del materasso o in qualche sperduto libro della scaffalatura più alta ti spaventa. Come ti comporti?

Forse non lo sai ma il tuo problema è molto più comune di quanto credi. Ci sono circa 200 miliari di euro di contanti nascosti in Italia. Più del 10% del Pil. Come dire che tutti gli italiani, neonati compresi, hanno almeno 3mila euro di soldi contanti stipati da qualche parte. Certo, c’è chi ha di più (molto di più) e chi meno; chi infine non ha nulla se non gli spiccioli nel portafogli. Ma la media si attesta su questi numeri e se dovesse essere vero – come sembra – che tutto questo contante è il frutto di evasione fiscale, allora si spiega anche perché la lotta al contante sia così pressante nel nostro Paese. Si spiega anche la norma [1] per cui i contanti versati sul conto, ma non giustificati, vengono tassati (anche se lo sono già stati in precedenza). Di tanto abbiamo parlato in I contanti versati sul conto vanno tassati. In buona sostanza, qualsiasi sia il tuo lavoro (anche quello di un comune dipendente), nel momento in cui fai un versamento in banca, questo viene comunicato all’Agenzia delle Entrate tramite l’Anagrafe dei conti correnti. In quel momento il fisco può presumere in automatico, senza bisogno di fornire prove, che quel denaro è il frutto di evasione se tu, carte alla mano, non dimostri da dove proviene: compito improbo anche per chi è in regola.

È normale, a questo punto, che tu ti stai chiedendo dove nascondere i contanti. Il posto preferito dagli italiani è le cassette di sicurezza. Lo ha detto lo stesso Procuratore Capo della Repubblica di Milano in un recente convegno organizzato nel capoluogo lombardo. La cassetta di sicurezza presenta il vantaggio di sottrarre i contanti al rischio di furti in casa e di essere sicura e non tacciabile. Nessuno sa, tranne lo stesso cliente della banca, cosa viene inserito nella cassetta. L’unico rischio potrebbe derivare, in caso di somme ingenti, dal massimale assicurato dall’istituto di credito. In quel caso, il titolare del tesoretto potrebbe aprire più cassette di sicurezza.

Girando per la rete abbiamo però trovato numerosi altri suggerimenti di dove nascondere i contanti a casa, in luoghi poco noti o, comunque, difficilmente verificabili dai ladri. Ecco le immagini più interessanti.

Dove nascondere i contanti in casa

Nascondere i contanti dentro un chiodo vuoto

Inserire un chiodo avverabile, vuoto all’interno, dentro una porta, possibilmente nel lato superiore, è sicuramente un posto poco visibile e molto inusuale. Il problema è che, in presenza di molte banconote, bisognerebbe ripetere l’operazione per tutte le porte di casa.

Nascondere i contanti dentro il ricambio dell’aspirapolvere

Il rischio che è che il distratto potrebbe poi utilizzare il ricambio e poi buttarlo.

Nascondere i contanti dentro un barattolo delle medicine

Nella scatola dei medicinali difficilmente i ladri vanno a vedere. Una confezione di aspirine tascabili o un pacchetto di gomme da masticare potrebbero fare al caso tuo.

Nascondere i contanti dentro una scarpa vecchia

Potrebbe fare al caso tuo sia la fodera di una scarpa da tennis o il tacco di un mocassino

Nascondere i contanti dentro le mattonelle

Se hai un parquet è facile sollevare qualche mattonella. Ma attento a fare in modo che la “via di fuga” non sia così evidente.

Nascondere i contanti dentro il condizionatore

Nascondere i contanti dentro un libro vuoto

Ve ne sono di numerosi in commercio. Si trovano anche su internet.

Nascondere i contanti in un sottocassetto

Crea un doppio fondo in un cassetto dei vestiti.

Nascondere i contanti dentro la collezione di dischi

Nascondere i contanti dentro una mattonella del bagno 

Se non ami l’idea di una cassaforte, puoi creare qualcosa di molto simile nel bagno e coprirla con una normale mattonella, che così si nasconderebbe tra le altre.

Nascondere i contanti dentro gli album di fotografie

Nascondere i contanti dentro lo scarico del bagno

Chiaramente in questo caso dovrai mettere i soldi dentro un contenitore chiuso ermeticamente e resistente all’acqua.

Nascondere i contanti dentro una vecchia presa elettrica

Se hai prese elettriche che non usi potresti smontarle e nascondere lì i contanti.

Nascondere i contanti dentro il portafotografie

Nascondere i contanti dentro la scatola delle batterie

Quanti vecchi apparecchi elettronici hai a casa che non usi? In ognuno di questi c’è un posto dove si inseriscono le pile. Perché non usare questo?

note

[1] Art. 32, co. 1, numero 2) Dpr 600/1973.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

4 Commenti

  1. nei paradisi fiscali no ???
    e no li ci stanno i soldi degli intoccabili. complici le banche
    imparentate con quelli che depistano e fanno finta di non sapere

  2. io li interrerei come faceva Pablo Escobar. Tanto chi ha da nascondere i soldi in casa o è un evasore incallito o un narcotrafficante o un mafioso.
    Cioè dovrebbe stare in galera, invece di nascondere i soldi

    1. C’è anche chi magari ne tiene una piccola riserva in casa per far fronte a crisi varie. Saranno esagerati quelli che pensano a guerre, blocchi delle banche, ecc… però molti lo pensano e tengono contanti in casa per quello senza essere mafiosi o criminali.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI