HOME Articoli

Lo sai che? Telefono e pay tv: nuovi diritti per i consumatori

Lo sai che? Pubblicato il 20 settembre 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 20 settembre 2017

Recesso, durata massima del contratto, migrazione ad altro operatore, servizi in abbonamento: ecco le nuove tutele introdotte dalla legge sulla concorrenza per gli utenti di contratti telefonici e pay tv.

La legge annuale per il mercato e la concorrenza [1] ha introdotto, tra le altre, importanti disposizioni nel settore delle telecomunicazioni e della tutela del consumatore nei confronti degli operatori telefonici e pay tv.

Vediamo di seguito le novità più importanti in materia di recesso, sanzioni e tariffazione dei servizi telefonici a pagamento.

Costi del recesso telefono e pay tv

Non più costi di recesso o di cambio operatore ingiustificati.

Le spese relative al recesso o al trasferimento dell’utenza ad altro operatore devono essere commisurate al valore del contratto e ai costi reali sopportati dall’azienda, o ai costi sostenuti per dismettere la linea telefonica o trasferire il servizio.

In ogni caso, le spese di recesso devono essere rese note al consumatore al momento della pubblicizzazione dell’offerta e in fase di sottoscrizione del contratto, nonché comunicate, in via generale, all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, esplicitando analiticamente  la  composizione  di ciascuna voce e la rispettiva giustificazione economica.

Modalità di recesso telefono e pay tv

Recesso più facile e anche con modalità telematica.

Le modalità utilizzabili dal consumatore che intenda recedere da un contratto stipulato con operatori di telefonia e di reti televisive e di comunicazione elettronica, o cambiare gestore, devono essere semplici e di immediata attivazione. Esse devono seguire le medesime forme utilizzabili al momento dell’attivazione o dell’adesione al contratto.

In ogni caso, gli operatori di telefonia, di reti televisive e di comunicazioni elettroniche devono consentire la possibilità per consumatori e utenti di comunicare il recesso o il cambio di gestore con modalità telematiche.

Durata del contratto telefono e pay tv

Durata del contratto mai superiore a 24 mesi.

Il contratto stipulato con operatori di telefonia e di reti televisive e di comunicazione elettronica, ove comprenda offerte promozionali aventi ad oggetto la fornitura sia di servizi che di beni, non può avere durata superiore a ventiquattro mesi.

Nel caso di risoluzione anticipata (prima dei 24 mesi o del termine inferiore pattuito) si applicano i medesimi obblighi informativi e i medesimi limiti agli oneri per il consumatore. Gli eventuali relativi costi devono essere equi e proporzionati al valore del contratto e alla durata residua della promozione offerta.

Addebiti servizi di abbonamento

Nessun addebito per abbonamenti senza consenso espresso.

I soggetti gestori dei servizi di telefonia e di comunicazioni elettroniche, sono obbligati, ai fini dell’eventuale addebito al cliente del costo di servizi in abbonamento offerti da terzi, ad acquisire la prova del previo consenso espresso del medesimo.

In ogni caso, è fatto divieto agli operatori di telefonia e di comunicazioni elettroniche di prevedere la possibilità per il consumatore o per l’utente di ricevere servizi in abbonamento da parte dello stesso operatore, o di terzi, senza il previo consenso espresso e documentato all’attivazione di tale tipologia di servizi.

Sanzioni violazioni obblighi operatori

Sanzioni più elevate.

È previsto un inasprimento delle sanzioni irrogate agli operatori in caso di violazione degli obblighi nei confronti dei consumatori (aumento da euro 580.000,00 ad euro 1.160.000).

Migrazione ad altro operatore telefonico

Cambio operatore più semplice e veloce.

Al fine di semplificare le procedure di migrazione tra operatori di telefonia mobile e le procedure per l’integrazione di Sim card aggiuntive o per la sostituzione di Sim card richieste da utenti già clienti di un operatore, con decreto del Ministro dell’interno, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico, sono previste misure per l’identificazione in via indiretta del cliente, anche utilizzando il  sistema  pubblico dell’identità igitale. In questo modo si vuole consentire che la richiesta di migrazione e di integrazione di Sim card e tutte le operazioni ad essa connesse possano essere svolte per via telematica.

Pagamenti con il credito telefonico

Utilizzo del credito telefonico per altri servizi.

La nuova legge intende promuovere la massima diffusione dei pagamenti digitali ed elettronici, ivi inclusi i micropagamenti con credito telefonico, per la fruizione dei servizi culturali e turistici, per l’acquisto di biglietti per l’accesso a istituti e luoghi di cultura o per manifestazioni culturali, di spettacolo e intrattenimento.

Al fine di evitare situazioni di insolvenza, l’utente che intende usufruire delle suddette modalità di pagamento è messo nelle condizioni di conoscere, durante l’operazione di acquisto, se il proprio credito telefonico sia sufficiente e quanto residua a seguito dell’operazione medesima.

Il credito telefonico può essere utilizzato anche per le erogazioni liberali destinate alle organizzazioni senza scopo di lucro di natura privata, alle associazioni di promozione sociale e alle associazioni e fondazioni riconosciute.

Telefonate verso numerazioni non geografiche

Da quanto scatta la tariffa per numeri speciali.

Per i servizi a pagamento forniti tramite telefonate verso numerazioni non geografiche (numerazioni speciali) la tariffazione della chiamata ha inizio solo dalla risposta dell’operatore. In questo modo si evita l’addebito all’utente dei costi della chiamata per l’intervallo di tempo tra l’inizio della chiamata e la risposta dell’operatore.

note

[1] L. 124/2017.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI