Diritto e Fisco | Articoli

Attivazione linea telefono: entro quanto tempo?

28 Settembre 2017
Attivazione linea telefono: entro quanto tempo?

Ecco i tempi di attesa per avere il telefono funzionante a casa o allo studio dalla data di conclusione del contratto con l’operatore.

Ti sei finalmente trasferito nel nuovo appartamento: sei pieno di scatoloni fino al soffitto e mangi nei piatti di plastica. Ma a una cosa non puoi rinunciare: la linea telefonica alla quale hai voluto collegare anche la connessione dati a internet. Sei andato al negozio più vicino, hai scelto l’offerta più conveniente dell’operatore più serio e il commesso ti ha detto che, “a breve” arriveranno i tecnici per installare la linea. La borchia è già presente in casa, quindi non c’è neanche bisogno dell’elettricista. A questo punto ti stai chiedendo entro quanto tempo avviene l’attivazione della linea del telefono. Forse ancora non lo sai ma le società di telefonia hai dei tempi prefissati entro cui provvedere alla richiesta dell’utente: tempi che, se non rispettati, danno diritto al risarcimento dei danni. E ancora di più se stiamo parlando di una utenza business, come ad esempio quella di uno studio, per la quale pagherai probabilmente una bolletta salata. Quindi, prima di farti prendere dal panico, consulta questa guida e scoprirai quanti giorni di tempo ci vogliono per attivare la linea del telefono.

Attivazione linea telefonica con Telecom (TIM)

La prima cosa da capire è con quale società hai concluso il contratto di telefonia fissa. Se infatti il servizio voce è stato richiesto a Telecom Italia S.p.a. (che ora sai che opera attraverso il marchio TIM), il regolamento dell’AgCom (l’Autorità Garante per le comunicazioni) prevede un tempo massimo di attivazione della linea telefonica di 10 giorni dalla data della richiesta dell’utente (quella che normalmente risulta sul contratto scritto o telefonico). Il tempo può dilatarsi a oltre 10 giorni solo se a chiederlo è l’utente: si pensi al caso in cui venga concordata una data per l’arrivo del tecnico e, nelle prime due settimane, l’interessato è assente per lavoro.

Attivazione linea telefonica con altro operatore

Se invece hai concluso il contratto di telefonia con un operatore diverso da TIM, sia che questo sfrutti la rete di Telecom Italia, sia che invece si valga di proprie strutture (per esempio connessioni in fibra o tecnologie digitali), per conoscere entro quanto tempo avviene l’attivazione della linea del telefono devi consultare la Carta dei servizi dell’operatore che ti è stata fornita al momento della conclusione del contratto; in essa dovranno risultare indicati chiaramente gli obiettivi di qualità che si è prefissato l’operatore e, quindi, i tempi di attesa.

Obblighi di informazione in caso di ritardi

Se ci sono ostacoli per rispettare i tempi di attivazione del telefono appena indicati, la società deve immediatamente comunicarlo all’utente spiegando le ragioni del ritardo e indicando la data attesa di attivazione.

Come difendersi in caso di mancata attivazione della linea telefonica

Che fare nel caso in cui la linea non viene attivata nei tempi previsti? Oltre a spedire una diffida alla società fornitrice l’utenza tramite posta elettronica certificata o raccomandata, è possibile anche inviare una segnalazione al Garante per le Comunicazioni (AgCom) che, sul proprio sito, ha previsto la compilazione di un modulo online per tutti i reclami relativi ai servizi di telefonia.

In ogni caso, l’utente ha diritto a un indennizzo nella misura indicata nella Carta dei servizi dell’operatore prescelto. Il risarcimento non è dovuto se la causa del ritardo o del disservizio non dipende dall’operatore ma da impedimenti burocratici (ad esempio il mancato o ritardato rilascio dei permessi di scavo o di altre autorizzazioni) o tecnici non causati da colpa dell’operatore.



3 Commenti

  1. Sentita ora Telecom,
    solo per precisare, nel mio caso c’è un pozzetto otturato e quindi è necessario un lavoro straordinario per il ripristino. In questo caso mi è stato detto che il vincolo di legge passa a 30 giorni.

  2. Abito in una casa priva di linea telefonica, occorre stendere un cavo telefonico dalla palazzina di fronte alla mia separata da strada comunale. Tecnici intervenuti hanno riferito che il lavoro non può farsi in quanto le nuove norme indicano che il cavo deve essere canalizzato all’interno di un tubo sia nella palazzina dove è presente il permutatore telefonico e sia sulla palazzina dove il vavo telefonico deve essere posizionato. Il lavoro è a carico del committente qualora il proprietario della palazzina dove è attestato il permutatore telefonico dia il permesso. Cosa posso fare per avere fisicamente la linea telefonica?
    Giovanni

    1. Leggi i nostri articoli:
      -Linea telefonica attivata in ritardo: cosa fare? Disservizi al telefono: come sollecitare la compagnia telefonica, come avviare la causa e ottenere il risarcimento del danno. https://www.laleggepertutti.it/296846_linea-telefonica-attivata-in-ritardo-cosa-fare
      -Come attivare un’utenza telefonica? Attivare una nuova linea del telefono non è difficile. Ecco tutto ciò che serve sapere e qualche informazione sui costi praticati dai vari operatori. https://www.laleggepertutti.it/172441_come-attivare-unutenza-telefonica

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube