Diritto e Fisco | Articoli

Omicidio colposo per il motociclista che non obbliga il passeggero a indossare il casco

9 Novembre 2012
Omicidio colposo per il motociclista che non obbliga il passeggero a indossare il casco

Rischia la condanna per omicidio colposo il conducente della moto che non ha obbligato il passeggero, poi morto a causa di un incidente, ad indossare il casco.

È responsabile per omicidio colposo il motociclista che non abbia obbligato il passeggero, seduto dietro di lui, a indossare il casco se, per colpa di incidente stradale, quest’ultimo abbia perso la vita. Non rileva neanche il fatto che il terzo trasportato sia maggiorenne e quindi pienamente capace e responsabile delle proprie azioni.

Il giro di vite lo pone una recentissima sentenza della Cassazione [1], con cui è stato condannato un centauro per non aver costretto la ragazza, dietro di lui e maggiore di età, a vestire il casco: la giovane, a seguito di un impatto con un’auto, è balzata e caduta a terra dove ha sbattuto la testa e perso la vita.

I giudici della Suprema Corte hanno sottolineato un elemento essenziale: sebbene il codice della strada [2] stabilisca che il conducente è responsabile per il mancato rispetto dell’obbligo del casco da parte del passeggero solo se quest’ultimo è minorenne, il conducente è comunque responsabile per omesso controllo e a nulla rileva che manchi una specifica violazione contravvenzionale.

 

 


note

[1] Cass. sent. n. 43449 del 8.11.2012.

[2] Cod. Str. Art. 171 comma 2.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube