Diritto e Fisco | Articoli

Motociclista cade per il cane randagio: responsabile il Comune

15 febbraio 2013


Motociclista cade per il cane randagio: responsabile il Comune

> Diritto e Fisco Pubblicato il 15 febbraio 2013



Se il centauro cade dalla moto a causa di un cane, la responsabilità è del Comune, che dovrà pertanto risarcirgli tutti i danni subiti.

Con una sentenza dello scorso 12 settembre 2012 [1], il Tribunale capitolino ha condannato il Comune di Roma a versare 18 mila euro nei confronti di un povero motociclista caduto dal proprio mezzo a causa dell’aggressione di un randagio.

Nonostante infatti la gestione dei randagi sia affidata all’Azienda Sanitaria Locale (ASL), e su di essa incombano le relative responsabilità, l’ente locale non è comunque immune da colpe. La legge [2] impone anche al Comune il rispetto del dovere di prevenzione e controllo del randagismo sul territorio di competenza. L’omissione di tale dovere costituisce causa di responsabilità nei confronti dei terzi.

note

[1] Trib. Roma, sent. n. 17118 del 12.09.2012.

[2] Legge quadro 14 agosto 1991 n. 281 e leggi regioniali in tema di animali di affezione e prevenzione del randagismo.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI