HOME Articoli

Lo sai che? Come chiedere documenti all’Agenzia delle entrate e a Equitalia?

Lo sai che? Pubblicato il 27 ottobre 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 27 ottobre 2017

Vorrei richiedere all’Agenzia delle entrate copia degli avvisi bonari che dicono avermi inviato ma che io non ho e a Equitalia copia conforme di qualsiasi documento, cartella, relata, raccomandata, estratti. Come fare?

Se gli avvisi bonari a cui la lettrice fa riferimento nel quesito sono, come è probabile, le comunicazioni che l’Agenzia delle entrate invia, prima di effettuare l’iscrizione a ruolo, dopo aver eseguito un controllo sulla dichiarazione inviata dal contribuente, occorre tenere conto che queste comunicazioni sono obbligatoriamente inviate soltanto all’intermediario (e non al contribuente), se il contribuente ha espresso nella dichiarazione tale volontà (accettata poi dall’intermediario). Se, quindi, la lettrice, nella dichiarazione sottoposta a controllo da parte dell’Agenzia delle entrate, espresse la volontà che le comunicazioni dell’Agenzia delle entrate fossero inviate telematicamente solo all’intermediario, è chiaro che è all’intermediario che deve innanzitutto chiederle (l’intermediario è comunque obbligato per legge a consegnare tali comunicazioni al proprio cliente entro trenta giorni da quello in cui la comunicazione gli è stata trasmessa) e solo se l’intermediario si rifiutasse di consegnargliele, potrà poi presentare formale richiesta all’Agenzia delle entrate per poter accedere a tali comunicazioni (allegando la raccomandata a.r. inviata all’intermediario per ottenere da lui l’esibizione delle comunicazioni in questione).

L’accesso agli atti amministrativi (anche nei confronti di Equitalia che è concessionario di un servizio pubblico) è consentito dalla legge solamente per atti specificamente ed esattamente individuati e non può, invece, essere utilizzato per chiedere l’esibizione di una intera e generica categoria di atti. Ciò vuol dire che l’istanza di accesso deve necessariamente indicare i singoli atti che si chiede di poter visionare e/o di ottenere in copia (elencati almeno con il loro numero di identificazione e, se conosciuta, con la data di notifica), altrimenti l’istanza non sarà ammissibile e verrà rigettata.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Angelo Forte


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI