HOME Articoli

Lo sai che? Gettare mozziconi sigarette per terra: cosa rischio

Lo sai che? Pubblicato il 8 ottobre 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 8 ottobre 2017

Abbandonare e gettare via i mozziconi delle sigarette per terra comporta una multa e può avere anche conseguenze in campo penale: vediamo cosa si rischia.

La tutela della salute e dell’ambiente è una finalità di grande rilievo per le legislazioni contemporanee, nazionali e sovranazionali, e la salvaguardia contro i danni da fumo – causati sia alle persone che all’ambiente ed al territorio – ha un rilievo sempre maggiore. I divieti di fumo sono stati sempre più incentivati col passare del tempo, e dall’anno scorso è in vigore una legge che regolamenta anche il lancio dei mozziconi dei residui di fumo per terra, prevedendo apposite sanzioni: scopriamo cosa si rischia a gettare mozziconi di sigarette per terra.

Gettare mozziconi di sigaretta: le definizioni di legge

È del 2015, ed è entrata in vigore nel 2016, la normativa di legge secondo la quale è vietato gettare mozziconi per terra [1].

In realtà, tuttavia, la legge prevede definizioni più ampie, che non fanno riferimento soltanto alle sigarette e, a voler essere precisi, non si riferiscono in senso proprio al gettito di mozziconi per terra. Per comprendere con precisione la disciplina prevista, occorre quindi specificare alcuni punti, che possono elencarsi come segue:

  • non possono gettarsi via i mozziconi non soltanto delle sigarette, ma di tutti quelli che la legge chiama mozziconi dei prodotti da fumo: all’interno della categoria, pertanto, rientrano anche, ad esempio, i mozziconi dei sigari;

  • la legge fa riferimento al suolo in generale, stabilendo il divieto dell’abbandono dei mozziconi sul suolo, nelle acque e negli scarichi. Di conseguenza, il divieto vale non soltanto per le strade delle città, ma comprende le campagne, le montagne ed il territorio in generale, comprese le spiagge ed i litorali.

Gettare mozziconi di prodotti da fumo: sanzioni e conseguenze

La legge entrata nel vigore nel 2016, con fine di sensibilizzare la collettività, ha previsto che chiunque abbandoni sul suolo i mozziconi dei prodotti da fumo va incontro ad una sanzione amministrativa pecuniaria, il cui importo può andare da 60 euro ad un massimo di 300 euro.

Una considerazione importante sul gesto di gettare i mozziconi deve essere fatta anche in relazione alla giurisprudenza penale, che si è interessata della questione in più di un’occasione. Non bisogna infatti pensare che disfarsi dei mozziconi sia un’azione che può portare soltanto ad essere multati, in quanto va considerato che il lancio di sigarette finite, o quasi finite, può essere anche molto pericoloso. Sarà sicuramente capitato a molti di trovare, camminando per strada, sigarette per terra ancora accese e non spente correttamente, la cui pericolosità quindi si aggiunge alla illiceità di disfarsi così dei mozziconi.

Il rischio concreto è quello di causare danni a cose o persone, e nei casi più gravi di zone poco abitate o, come accade ogni estate, di zone boschive, causare incendi. La corte di cassazione, peraltro, ha avuto modo di chiarire come il lancio di mozziconi di sigaretta può integrare anche il reato di getto pericoloso di cose, previsto dal nostro codice penale [2]. Nel caso in questione, il lancio era stato effettuato – in più di un’occasione peraltro – da un condòmino sul balcone di un’altra abitazione del suo palazzo, con evidenti intenzioni illecite. Secondo i giudici di legittimità [3], il getto di mozziconi – che d’altronde avrebbero potuto benissimo, anche in questo caso, finire sul marciapiede o nella strada sottostante il condominio – può farsi rientrare nei casi di getto pericoloso di cose, punibile con l’arresto fino ad un mese o con l’ammenda fino a 206 euro.

note

[1] Art. 40 della legge n. 221/2015 del 28 dicembre 2015.

[2] Art. 674 del codice penale, che prevede il reato di «getto pericoloso di cose».

[3] Cass. sezione penale, sentenza n. 16459 del 2013.

Autore immagine: Pixabay.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI