HOME Articoli

Le Guide Pensione anticipata per lavoro notturno

Le Guide Pubblicato il 9 ottobre 2017

Articolo di




> Le Guide Pubblicato il 9 ottobre 2017

Quali lavoratori notturni hanno accesso alla pensione anticipata e alla pensione di anzianità con requisiti agevolati?

Chi ha svolto turni notturni per almeno 6 ore a notte ha diritto a conseguire la pensione anticipata agevolata come la generalità degli addetti ai lavori usuranti, se ha svolto lavoro notturno, per un numero minimo di notti all’anno, per almeno metà della vita lavorativa o per almeno 7 anni nell’ultimo decennio di lavoro.

Tuttavia, la quota richiesta per arrivare alla pensione anticipata (tecnicamente si tratta di una pensione di anzianità), cioè la cifra che esprime la somma di età e contributi posseduti, è differente a seconda del numero di notti lavorate in media all’anno.

Pensione anticipata per chi ha lavorato almeno 78 notti l’anno

Chi ha lavorato per almeno 78 notti l’anno deve possedere, per accedere al pensionamento, i seguenti requisiti, che sono gli stessi validi per gli addetti ai lavori usuranti [1]:

  • quota 97,6, con un minimo di:
  • 61 anni e 7 mesi d’età;
  • 35 anni di contributi.

I requisiti, come accade anche per gli addetti ai lavori usuranti, sono innalzati di un anno (quota 98,6 e 62 anni e 7 mesi di età) per chi possiede contribuzione mista da lavoro dipendente ed autonomo.

Pensione anticipata per chi ha lavorato tra 72 e 78 notti l’anno

Chi ha lavorato per un numero di notti tra le 72 e le 78 l’anno deve possedere, invece, i seguenti requisiti:

  • quota 98,6, con un minimo di:
  • 62 anni e 7 mesi d’età;
  • 35 anni di contributi.

Se l’interessato possiede anche contributi da lavoro autonomo, la quota è innalzata a 99,6, con un minimo di 63 anni e 7 mesi di età.

Pensione anticipata per chi ha lavorato tra 64 e 71 notti l’anno

Chi ha lavorato per un numero di notti tra le 64 e le 71 l’anno deve possedere i seguenti requisiti:

  • quota 99,6, con un minimo di:
  • 63 anni e 7 mesi d’età;
  • 35 anni di contributi.

Se l’interessato possiede anche contributi da lavoro autonomo, la quota è innalzata a 100,6, con un minimo di 64 anni e 7 mesi di età.

Pensione anticipata per chi ha lavorato almeno 3 ore a notte

Se le ore notturne lavorate risultano almeno 3, nell’intervallo tra la mezzanotte e le cinque del mattino, per ottenere l’accesso agevolato alla pensione è necessario aver svolto turni notturni per l’intero anno da valorizzare.

Pensione anticipata con 41 anni di contributi lavoro notturno

I lavoratori notturni, comunque, se precoci, possono accedere alla pensione anticipata con 41 anni di contributi: in parole semplici, possono accedere alla pensione anticipata con requisiti ridotti se, oltre a possedere i requisiti elencati, possiedono almeno 12 mesi di contributi da effettivo lavoro versati prima del compimento di 19 anni di età.

Il beneficio è a numero chiuso e, per ottenerlo, se si maturano i requisiti per la pensione nel 2018 è necessario inviare un’apposita domanda di certificazione dei requisiti all’Inps entro il 1° marzo 2018. In caso di risposta positiva da parte dell’istituto, è possibile inviare domanda di pensione.

Domanda pensione anticipata con quote lavoro notturno

Anche per ottenere la pensione anticipata con le quote per gli addetti ai lavori usuranti e notturni non basta inviare la domanda di pensione, ma bisogna prima inviare una domanda all’Inps per certificare il possesso dei requisiti.  Questa domanda va inviata entro il 1° maggio dell’ anno precedente a quello in cui si maturano i requisiti agevolati.

Una volta che l’Inps certifica il possesso dei requisiti legati allo svolgimento di lavori usuranti o di turni notturni, è possibile inviare  la domanda di pensione vera e propria.

Se la richiesta di riconoscimento dell’attività usurante è inviata oltre il 1° maggio dell’anno precedente, la liquidazione della pensione è posticipata da 1 a 3 mesi, a seconda dei mesi di ritardo.

note

[1] D.lgs. 67/2011.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI