| Articoli

Passaporto perso in viaggio: cosa fare?

2 dicembre 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 2 dicembre 2017



Quando si viaggia in aereo e si perde il passaporto per rientrare in patria bisogna rivolgersi alla Polizia o all’Ambasciata

Smarrimento del passaporto in viaggio

Se durante un viaggio di lavoro o una vacanza all’estero si smarrisce il passaporto occorre agire immediatamente in quanto non è possibile prendere dei voli aerei se si è sprovvisti di documenti.

In caso di furto o smarrimento bisogna dunque recarsi presso la più vicina stazione di Polizia e fare denuncia, indicando l’indirizzo del proprio alloggio. Talvolta capita che, se il passaporto viene rubato insieme ad una borsa o ad un portafogli, venga gettato per strada o nei cassonetti dei rifiuti, quindi è possibile che le forze dell’ordine riescano a ritrovarlo e, incrociando i dati della denuncia, consegnarlo al legittimo proprietario presso l’hotel o la casa vacanza indicati anche in pochi giorni.

Se invece, nonostante la denuncia, il passaporto non viene ritrovato, per riuscire a fare ritorno in Italia è necessario richiedere, presso l’Ambasciata Italiana, un passaporto sostitutivo.

Le Ambasciate sono delle rappresentanze diplomatiche che hanno sede solo nelle capitali delle nazioni ospitanti e, in genere, dispongono di un ufficio di assistenza apposito per queste evenienze.

 Il passaporto elettronico

Il passaporto elettronico è un documento di riconoscimento contenente i dati anagrafici  e la fotografia del possessore, è dotato di un chip interno che rende più agevole l’identificazione in aeroporto in quanto, appoggiato semplicemente ad un sensore, riesce a trasmettere immediatamente, al personale di sicurezza, l’identità del viaggiatore. Il passaporto è indispensabile quando si effettuano i viaggi intercontinentali o nei Paesi fuori dall’Unione Europea e può essere richiesto presso il Commissariato della città di residenza.

 Il passaporto sostitutivo

Il passaporto sostitutivo è il documento che viene rilasciato dall’Ambasciata presentando la denuncia di furto o di smarrimento. Per ottenerlo occorre compilare il modulo di richiesta e attendere i tempi tecnici per l’accettazione che avviene in seguito con la verifica dell’identità di chi ne fa richiesta e di ogni altra informazione utile, generalmente sono necessarie 48-36 ore. Se si dispone di una fotocopia o di una scansione memorizzata la procedura è molto più rapida. Richiedere questo documento sostitutivo, da usare esclusivamente per fare ritorno in Italia, non è gratuito ma prevede un costo di circa 70 euro.

 Consigli quando si fanno viaggi all’estero

Poiché lo smarrimento del passaporto comporta dei disagi non indifferenti è importante seguire qualche piccolo consiglio per non trovarsi in difficoltà:

  • Non perdere mai di vista il documento, conservandolo con cura per evitare di subire furti;
  • Fotocopiare la pagina del passaporto contenente i dati personali e la fotografia e tenerlo in un posto sicuro della borsa o della valigia;
  • Scannerizzare il passaporto e conservare la scansione nel proprio Dropbox, Onedrive o nei file del proprio smartphone.
Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI