Diritto e Fisco | Articoli

Cosa significa proprietà intellettuale

13 ottobre 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 13 ottobre 2017



La proprietà intellettuale è l’insieme delle opere dell’ingegno umano, quali scritti, suoni, invenzioni, processi e progetti, tutelati dalla legge.

La proprietà intellettuale è un patrimonio inestimabile, che comprende le idee dell’uomo e le sue manifestazioni di creatività, interessando potenzialmente qualsiasi ambito, dalla medicina all’arte in qualunque forma (letteratura, pittura, scultura, musica) passando per l’ingegneria, l’informatica ed il settore scientifico in generale. Proprio per la sua importanza e per i risvolti, sia fattuali che economici, che la riguardano, la tutela delle proprietà intellettuale è di sicuro un ambito importante del diritto. In concreto, quindi, cosa significa proprietà intellettuale?

La proprietà intellettuale: definizione e distinzioni

Proprietà intellettuale significa, in pratica, avere la proprietà di una idea, di un progetto, realizzato a partire da una manifestazione intellettuale. Questa idea, soggettiva o di gruppo, porta ad elaborare una teoria, creare un’opera, costruire un prodotto, sviluppare un algoritmo, scoprire un farmaco, dipende dall’ambito in cui si opera: le possibilità sono infinite, così come lo è l’ingegno umano.

Due aspetti, sotto il profilo giuridico, caratterizzano la proprietà intellettuale.

Il primo, che in sostanza abbiamo analizzato fino ad ora, è quello personale, inerente il riconoscimento del diritto dell’individuo che ha avuto l’idea di vedersi riconosciuto quale titolare dell’idea stessa, creatore di quella invenzione, proprietario della realizzazione del suo progetto. Chi crea l’idea è autore della stessa e proprietario dell’opera, e questo diritto ad essere riconosciuto come tale è un diritto personalissimo.

Il secondo profilo, strettamente connesso al primo, è quello di natura patrimoniale: essere autore di un’opera o prodotto comporta non soltanto vedersene riconosciuta legalmente la paternità, bensì anche poter godere in autonomia – come è giusto che sia – degli introiti patrimoniali ed economici che dallo sfruttamento di quella idea possano ottenersi. La disponibilità patrimoniale degli introiti derivanti dall’utilizzo di un prodotto che ci appartiene in quanto proprietà intellettuale integra un diritto disponibile.

La proprietà intellettuale va dunque tenuta distinta dalla proprietà industriale, che in sostanze ne rappresenta una categoria specifica, avente ad oggetto i prodotti che possono utilizzarsi, con le più ampie applicazioni ed utilizzi possibili, nel settore industriale.

Proprietà intellettuale: la tutela legale

La proprietà intellettuale è tutelata quindi attraverso il riconoscimento sia dei diritti morali connessi alla paternità dell’opera che degli introiti economici derivanti dalla vendita-utilizzo della stessa, e che variano a seconda della natura dell’opera. L’opera dell’ingegno, se viene identificata come tale, può ottenere il relativo riconoscimento, e pertanto ne viene a sua volta garantita la proprietà dei guadagni che possano derivare dallo sfruttamento economico della stessa (diffusione, vendita).

La proprietà industriale ha una specifica tutela legale, disciplinata dal codice della proprietà industriale, secondo il quale la proprietà industriale comprende i marchi e gli altri segni distintivi, le indicazioni geografiche, denominazioni di orgine, disegni, modelli (anche di utilità), invenzioni, topografie dei prodotti a semiconduttori, informazioni aziendali di natura riservata ed anche le nuove varietà vegetali.

La proprietà industriale viene tutelata attraverso il riconoscimento dell’invenzione creata/prodotta, che viene garantita dalla registrazione del brevetto e del marchio. Sono quelli che la legge identifica quali segni distintivi, quindi appunto il marchio, la ditta, l’insegna, l’indicazione geografica e la denominazione d’origine.Questa possibilità viene riconosciuta specificamente alle invenzioni, mentre per quanto riguarda le opere artistiche la loro protezione deriva dal copyright, che interessa tutte le opere letterarie ed artistiche, comprensive di programmi televisivi e pubblicitari, nonché dei prodotti multimediali e dei software informatici.

note

Autore immagine: Pixabay.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI