Diritto e Fisco | Articoli

Alcol consentito per guidare

10 ottobre 2017


Alcol consentito per guidare

> Diritto e Fisco Pubblicato il 10 ottobre 2017



Dopo quante lattine di birra o bicchieri di vino si può essere multati per guida in stato di ebbrezza? Ecco le tabelle.

Nel momento in cui ci si mette al volante della propria auto è necessario controllare sempre il volume di alcol nel sangue. Anche chi non ha gli strumenti tecnici necessari alla verifica, deve porre opportuna attenzione a quanto vino, birra o superalcolici ha bevuto nelle ore precedenti. Questo perché l’innalzamento della soglia di alcol oltre i limiti consentiti dalla legge fa scattare la guida in stato di ebbrezza e, con essa, sanzioni molto pensanti. Ma qual è l’esatta misura di alcol consentito per guidare? Di tanto ci occuperemo nel presente articolo spiegando anche quanta birra o vino si può bere senza essere multati. Ma procediamo con ordine.

Come viene calcolato l’alcol nel sangue?

Le sanzioni per la guida in stato di ebbrezza vengono parametrate sulla base della quantità di alcol trovato nel sangue. La misurazione può essere fatta dagli agenti della polizia o dai carabinieri in due modi:

  • con il pretest (il famoso palloncino) e, se questo di colore rosso, con l’etilometro vero e proprio. Se il palloncino è giallo, è discrezione della polizia decidere se sottoporre o meno il conducente al successivo test dell’etilometro. Difatti il pretest (anche detto «precursore») non ha valore legale;
  • se gli agenti non posseggono l’etilometro, la verifica di alcol può essere fatta chiedendo all’automobilista di seguire la pattuglia presso il più vicino ospedale, sottoponendosi alle analisi del sangue. A detta dei giudici, se l’ospedale è particolarmente distante, il conducente può rifiutarsi di procedere al prelievo.

Quali sanzioni per la guida in stato di ebbrezza?

La guida in stato di ebbrezza scatta una volta superata una predeterminata soglia di alcol nel sangue. Le sanzioni sono poi parametrate sulla base del volume di alcol: tanto più è alto, tanto più grave è la sanzione. Esistono tre scaglioni di sanzioni. Il primo implica solo sanzioni amministrative che non hanno ripercussioni sulla fedina penale e non comportano alcun processo. Gli altri due scaglioni invece rientrano nel penale: si va da un primo livello con sanzioni più lievi a un secondo con sanzioni molto più pesanti. Vediamo quali sono:

  • tasso di alcol nel sangue fino a 0,04 grammi per litro (g/l): non si rischia alcuna sanzione;
  • tasso di alcol nel sangue superiore a 0,5 g/ e non superiore a 0,8 g/l: solo sanzioni amministrative. Scatta, in particolare: la pena pecuniaria da euro 500 a 2.000 e la sospensione della patente di guida da tre a sei mesi. In questo caso, quindi, non si è in presenza di un reato, ma di un illecito amministrativo che non comporta procedimenti in tribunale, né macchia la fedina penale. Nessuno potrà mai sapere della sanzione perché non risultante dal casellario giudiziario;
  • tasso di alcol nel sangue superiore a 0,8 g/l e non superiore a 1,5 g/l: scatta il reato e le sanzioni sono quindi di carattere penale. È previsto l’arresto fino a sei mesi, l’ammenda da 800 a 3.200 euro e la sospensione della patente di guida da sei mesi ad un anno;
  • tasso di alcol nel sangue superiore a 1,5%: scatta ugualmente il penale, ma con sanzioni più gravi. È previsto l’arresto da sei mesi a un anno, l’ammenda da 1.500 a 6.000 euro e la sospensione della patente da uno a due anni. Il provvedimento giudiziale di condanna determina, inoltre, la confisca del veicolo con il quale è stato commesso il reato, salvo che il veicolo stesso appartenga a persona estranea al reato.

Che succede se il conducente non ha bevuto affatto?

Se nel sangue non vi sono tracce di alcol, il palloncino è di colore verde e il conducente non rischia alcun tipo di sanzione.

Quanto alcol è consentito bere per guidare?

Vediamo ora quanto alcol è consentito per guidare. In base a quanto abbiamo appena detto, il conducente può bere entro una soglia minima di alcol senza rischiare alcuna sanzione. Questa soglia va da 0,01, a 0,49 g/l. In termini concreti, a quanto corrisponde? Bisogna innanzitutto tenere presente che la capacità di assorbimento dell’alcol varia da soggetto a soggetto a seconda di una serie di parametri. Ad esempio può influenzare il test dell’alcol la quantità di cibo ingerita in precedenza (chi beve a stomaco vuoto avrà più facilmente possibilità di essere multato), il peso corporeo del conducente, il tempo trascorso tra l’assunzione dell’alcol e il test. A influire può essere anche la presenza di un enzima prodotto dal fegato – detto alcol deidrogenasi – che va a rompere la molecola dell’alcol; alcuni soggetti, come in generale le donne, ne producono di meno e quindi sopportano più difficilmente gli alcolici.

Quanto vino o birra si può bere prima di guidare?

Per stabilire quanta birra o vino si può bere per rimanere al di sotto della soglia fatidica di 0,49 g/l bisognerebbe distinguere tra uomini e donne. Mediamente un uomo può tollerare fino a:

  • un bicchiere e mezzo di vino
  • un boccale e mezzo di birra.

In questi casi il tasso alcolemico nel sangue si attesta tra 0 e 0,49 g/l.

Cliccando qui e qui potrai scaricare due tabelle per la stima delle quantità di bevande alcoliche che determinato il superamento del tasso alcolemico legale per la guida in stato di ebbrezza. Ad esempio, due lattine di birra da 5 gradi fanno arrivare il tasso alcolico nel sangue di un uomo di 70 Kg digiuno a 0,56 g/l (dunque fuori legge), mentre se a stomaco pieno il valore sarà pari a 0,32 g/l. Per una donna, invece, una semplice lattina fa alzare il tasso di alcol fino a 0,56 g/l: siamo già nel campo della guida in stato di ebbrezza.

note

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI