Diritto e Fisco | Articoli

Trattenimento in servizio: ancora possibile?

4 Novembre 2017
Trattenimento in servizio: ancora possibile?

Per un direttore di struttura complessa ospedaliera attualmente in servizio è previsto l’interruzione del trattenimento in servizio?

Il trattenimento in servizio era un istituto che consentiva al dipendente pubblico di permanere sul posto di lavoro per un ulteriore lasso di tempo oltre il compimento dell’età massima ordinamentale per la permanenza in servizio.

Tale istituto è stato abrogato [1]: i trattenimenti in servizio in essere alla data di entrata in vigore del decreto sono fatti salvi fino al 31 ottobre 2014 o fino alla loro scadenza se prevista in data anteriore. Pertanto le amministrazioni periferiche non potranno attuare alcun trattenimento in servizio oltre l’età prevista dalla legge pensionistica e dovranno revocare quelli non ancora entrati in vigore. I trattenimenti in servizio già vigenti alla data di entrata in vigore della citata legge sono stati comunque efficaci fino al 31 ottobre 2014 (31 dicembre 2014 per alcune categorie di dipendenti pubblici, quali ad esempio magistrati e docenti universitari). L’età massima prevista dalla legge per il conseguimento della pensione di vecchiaia è in generale per i pubblici dipendenti 66 anni e 3 mesi, mentre per i dirigenti medici 65 anni. Nel caso di specie, alla luce delle informazioni fornite e di quanto sopra considerato, avendo il lettore già superato il limite massimo di età previsto per il conseguimento della pensione di vecchiaia, il trattenimento in servizio disposto dalla struttura sanitaria presso cui lavora deve considerarsi in scadenza al 31/10/2014.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Valentina Azzini


note

[1] Dall’art. 1 d.l. 90 del 24.06.2014, convertito in l. n. 114 dell’11.08.2014.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube