HOME Articoli

Lo sai che? Autovelox, Tutor, Telelaser: legittimi solo se di proprietà di Comuni e Province

Lo sai che? Pubblicato il 13 novembre 2012

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 13 novembre 2012

Nulle le multe tramite Autovelox, Tutor e Telelaser se gli apparecchi sono di proprietà di privati.

Il Ministero dei Trasporti ha appena chiarito [1] che gli strumenti di autovelox e similari in dotazione alla polizia locale devono essere di proprietà degli Enti locali e non possono essere loro prestati gratuitamente dai privati.

A riguardo, la legge [2] stabilisce che agli enti locali è consentita l’attività di accertamento delle violazioni al codice della strada attraverso strumentazioni elettroniche (autovelox, telelaser, ecc.) di loro proprietà o da essi acquisiti in leasing o di noleggio a canone fisso, esclusivamente con l’impiego del personale dei corpi e dei servizi di polizia locale.

Ciò nonostante, accade spesso che alcune aziende – vuoi perché hanno un surplus di attrezzature o per invogliare il cliente/ente comunale al successivo acquisto – offrono quello che viene definito “noleggio a costo zero”. Si pensi, ad esempio, ai recenti strumenti elettronici quali il sistema Vergilius e il Tutor che, di proprietà di Anas e di Autostrade S.p.A., sono stati da questi ceduti “ad uso gratuito” al Ministero dell’Interno.

Secondo il Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture tale comportamento è però   illegittimo, poiché la possibilità di prestare gratuitamente gli strumenti di accertamento elettronico (anche per brevi periodi di prova) non è prevista dalla legge. In altre parole, non è consentito agli agenti accertatori contestare agli automobilisti le infrazioni al codice della strada attraverso dotazione elettronica acquisita in comodato gratuito.

È evidente che qualora ciò succeda in barba alla legge, le infrazioni non potranno essere utilizzate per contestare ai cittadini le violazioni al codice della strada e le contravvenzioni saranno quindi nulle.

di ANDREA BORSANI

note

[1] Parere del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti del 22 ottobre 2012 n. 5887.

[2] Articolo 61 della legge 120/2010.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

6 Commenti

  1. Domanda: come si fa a sapere se un tu tor o un velox sono di proprietà del soggetto che rileva l’infrazione o lo sta usando in comodato d’ uso gratuito?? Dubito che se vado a chiederglielo mi rispondano!!!

  2. Domanda da totale profano: l’eccezione può essere sollevata in qualsiasi caso? Mi spiego meglio: se mi viene contestata una multa (sempre nel contesto di un eccesso di velocità rilevata con autovelox e simili) posso sollevare la relativa eccezione “di default” o mi conviene informarmi prima? Devono sussistere alcune condizioni?
    Grazie

  3. Sito interessante senza il solito linguaggio legalese e grafica molto gradevole, complimenti davvero! 😀

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI