Diritto e Fisco | Articoli

I diritti dei bambini verso giocattoli e videogames

11 ottobre 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 11 ottobre 2017



Cosa sapere quando si acquista un gioco ai nostri piccoli.

Non è sempre facile scegliere un giocattolo per il proprio figlio. Bisogna innanzitutto incontrare il gusto del bambino, che spesso è influenzato dalla pubblicità e dai suggerimenti delle case di produzione. C’è poi il controllo sui limiti di età: alcuni giocattoli, infatti, per la complessità che presentano e la presenza di elementi di piccole dimensioni facilmente ingeribili, si rivolgono a bambini di un preciso segmento di vita (ad esempio: giocattoli da 0 a 3 mesi; da 3 mesi a 9 mesi, da 2 a 4 anni, ecc.). Non in ultimo c’è il prezzo che, molto spesso, lievita solo per la raffigurazione di un personaggio famoso (un eroe dei cartoni animati, dei fumetti, del cinema), autorizzata dalla società detentrice dei diritti di merchandising. In tutto questo, il fattore «sicurezza» corre il rischio di cadere in secondo piano, tant’è che non poche volte le famiglie si accontentano di un giocattolo “usa e getta” acquistato alle bancarelle. Tanto si sa: i gusti dei bambini sono mutevoli ed è facile dimenticarsi dell’ultimo regalo. Così, a conti fatti, sempre meglio qualcosa che non impegni economicamente. Una scelta di questo tipo però non toglie il problema di fondo: come acquistare un giocattolo sicuro per il proprio figlio?

 

  1. I bambini hanno diritto a che i giocattoli siano previamente controllati: non devono avere parti sporgenti e taglienti o ingeribili, non devono essere costruiti con sostante tossiche o nocive;
  2. I bambini appartenenti all’UE hanno diritto a che tutti i giocattoli contengono la marcatura CE obbligatoria che significa “conformità alle norme europee”;
  3. Il giocattolo per bambini deve riportare nome ed indirizzo del produttore o importatore: è necessario avere a disposizione i relativi dettagli anagrafici per poterlo contattare in caso di problemi;
  4. Le istruzioni dei giocattoli per bambini devono essere comprensibili;
  5. Il giocattolo deve indicare l’età per cui esso è ritenuto adatto: in assenza di un’età consigliata si presuppone che il giocattolo sia adatto per bambini di tutte le età (0-14 anni );
  6. I giocattoli per bambini fino a tre anni non devono avere punte, parti o angoli eccessivamente sporgenti, appuntiti o taglienti; non devono avere corde o stringhe troppo lunghe che possono causare rischi di strangolamento;
  7. I giocattoli che funzionano a batteria destinati a bambini di età inferiore a 36 mesi devono avere un vano batteria inaccessibile, realizzato in modo tale da richiedere l’intervento di un adulto per essere aperto (ad esempio un vano chiuso da una vite). Nei giocattoli destinati a bambini di età superiore ai 36 mesi il vano deve essere inaccessibile solo per le batterie a bottone, in tutti gli altri casi può essere facilmente rimovibile e in questo ultimo caso prestate particolare attenzione al possibile surriscaldamento delle pile poiché potrebbero provocare scottature al bambino.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI